Giornata internazionale della Danza, ieri al Centro Studi full immersion per gli allievi del territorio

14:46:45 4003 stampa questo articolo
Giornata internazionale della DanzaGiornata internazionale della Danza

Domenica 30 aprile, il Centro Studi, ha offerto agli allievi delle scuole del territorio la possibilità di una full immersion nel mondo della danza.

Il Centro Studi Danza Carmen Castiello ha aderito alla Giornata internazionale della Danza istituita nel 1982 dal Comitato Internazionale della Danza – C.I.D. dell'Istituto Internazionale del Teatro ITI-UNESCO.

Domenica 30 aprile, quindi, ha offerto agli allievi delle scuole del territorio la possibilità di una full immersion nel mondo della danza. “Ho voluto permettere agli allievi di danza del territorio la possibilità gratuita di confrontarsi con esperti maestri nel campo per una formazione più completa e una migliore capacità di comprendere il vero messaggio della danza” ha dichiarato la direttrice e coreografa Carmen Castiello che ha organizzato una fitta serie di incontri con maestri come Francesco Panebianco, laureato presso l'Accademia Nazionale di danza, per la danza classica con l’accompagnamento dal vivo del pianista Saverio Coletta; Giselle Marucci, laureata presso l’Accademia nazionale di Danza, per la danza contemporanea; Enrico Andreozzi, coreografo ed insegnante di Hip Hop e, ospite d’onore, il coreografo e danzatore Kristal Cellini che curerà il laboratorio coreografico

“Volevamo dare un segno tangibile dell’importanza della danza come momento di coesione e condivisione sul territorio – ha continuato Carmen Castiello – soprattutto in un giorno come questo dedicato alla memoria di La data di Jean-Georges Noverre (1727-1810), che fu il più grande coreografo della sua epoca, il creatore del balletto moderno. Questa è una iniziativa che coinvolge tutte le città del mondo. Mi è sembrato un nuovo modo di pensare alla danza e di intendere la danza, per acquisire maggiori consapevolezze”.

Continua intanto la preparazione dei prossimi appuntamenti, in particolare, il prossimo 4 luglio, la messa in scena di “West Side Story” in collaborazione con l’Orchestra Filarmonica di Benevento, mentre si sta pensando ad una nuova edizione del Festival della Danza per portare in città questa splendida arte non solo attraverso gli spettacoli, ma anche con conferenze, incontri, convegni, mostre fotografiche, laboratori.

“Credo – ha concluso – che dobbiamo farlo perché la danza a Benevento è molto frequentata, ma dobbiamo lavorare ancora molto perché si possa uscire fuori dalle sale prova e raggiungere risultati di qualità”.
 



Articolo di Danza / Commenti