Napoli. Tesori della Fede in mostra al Museo del Tesoro di San Gennaro

13:2:19 1961 stampa questo articolo
Napoli. Cupola Cappella del Tesoro di San Gennaro (crediti tesorosangennaro.it)Napoli. Cupola Cappella del Tesoro di San Gennaro (crediti tesorosangennaro.it)

Un'esposizione unica mette in dialogo gioielli di inestimabile valore legati alla venerazione di San Gennaro e San Vincenzo Ferrer, rivelando storie di fede, arte e storia che hanno plasmato Napoli nel corso dei secoli.

Napoli - Il Museo del Tesoro di San Gennaro accoglie una mostra straordinaria intitolata "I gioielli della devozione", un'occasione unica per immergersi nelle testimonianze tangibili della fede e della venerazione legate a San Gennaro e San Vincenzo Ferrer, due figure veneratissime nella storia di Napoli.

L'esposizione, in programma fino al 14 maggio 2024, offre un confronto senza precedenti tra tre simboli di devozione napoletana: il Collare di San Vincenzo Ferrer, custodito nel Museo Diocesano di Napoli; il prestigioso Collare di San Gennaro, contenitore di offerte reali e regali; e il Collare Spera, eccezionale testimonianza dell'affetto di una famiglia napoletana verso il Santo Patrono.

Attraverso un'intreccio affascinante di fede, arte e storia, i tre collari si pongono in dialogo, narrando le loro storie e il loro significato nel contesto della cultura e della tradizione partenopea. Un'occasione unica per esplorare il passato di Napoli e per comprendere l'importanza della devozione nei confronti di San Gennaro e San Vincenzo Ferrer nel corso dei secoli.

Le ricerche condotte negli archivi della Cappella del Tesoro hanno portato alla luce documenti inediti che svelano dettagli affascinanti sugli aspetti devozionali, storici e artistici dei due collari del Santo Patrono. Tra questi, spicca il Collare "Solenne", uno dei gioielli più pregiati d'Europa, arricchito da migliaia di pietre preziose donate da reali e aristocratici o acquistate dalla Deputazione del Tesoro di San Gennaro. La sua storia affonda le radici nel 1679 e rappresenta un'icona di magnificenza e devozione.

Diversa ma altrettanto significativa è la storia del Collare Spera, donato nel 1706 da Giovan Francesco Spera e Anna Lucrezia, simbolo del reimpiego di gioielli profani a fini religiosi. Rappresentante un'opera di eleganza e rarità nell'oreficeria napoletana, questo collare offre uno spaccato unico della devozione familiare verso San Gennaro.

La mostra offre anche l'opportunità di esplorare il retro dell'opera, in argento, dove sono incisi la data del montaggio, il nome e lo stemma della famiglia Spera, rivelando dettagli preziosi sulla sua creazione e storia.

Un ruolo importante è riservato anche al Collare di San Vincenzo Ferrer della Basilica di Santa Maria della Sanità, simbolo del fervore popolare e della devozione verso il Santo Predicatore. Attraverso un'esposizione meticolosa dei suoi dettagli e della sua storia, la mostra celebra la continuità di una tradizione religiosa e culturale che ancora oggi permea la vita della città di Napoli.

Insieme, i Tre Collari in mostra permettono ai visitatori di immergersi in un viaggio affascinante attraverso la storia e la devozione di Napoli, rivelando storie di fede e arte che hanno plasmato l'identità della città nel corso dei secoli. Un'esperienza da non perdere per tutti coloro che desiderano comprendere le radici profonde della cultura napoletana.

Per ulteriori informazioni sulla mostra e per prenotare una visita guidata a Napoli, è possibile contattare Naples and Italy visitando il sito web all'indirizzo www.guideturistichenapoli.it.



Articolo di Mostre / Commenti