Domani il corteo contro norme Salvini. Gli studenti: "Vera sicurezza? Diritti e cittadinanza per tutti"

18:17:36 2274 stampa questo articolo
Sit - Scuole Sit - Scuole

“La scuola può e deve essere una difesa contro le derive xenofobe, razziste e securitarie prese dal nostro paese”.

Gli studenti, sindacati, ed associazioni del territorio si mobilitano e preparano il corteo di domani – promosso e organizzato dal Collettivo Studentesco ClandestinaMente – per dire no al DL Sicurezza di Salvini. In piazza, domani, sarà presente anche l’Anpi Benevento, il concentramento è fissato per le ore 9 a piazza Risorgimento.

“La mobilitazione, di respiro nazionale – spiega l’Anpi – vede gli studenti battersi contro il decreto immigrazione e sicurezza e a favore di una scuola aperta e inclusiva. L’Anpi di Benevento, da sempre convinta del fondamentale ruolo della scuola nella formazione di soggettività libere e critiche, ritiene doveroso manifestare la propria vicinanza alla mobilitazione invitando i propri tesserati a prenderne parte.
La scuola può e deve essere una difesa contro le derive xenofobe, razziste e securitarie prese dal nostro paese; può e deve attuare pratiche di inclusione e solidarietà che siano modello per l’intera società; può e deve stimolare i giovani a sognare e immaginare un futuro aperto e plurale”.

L’Associazione dei Partigiani aggiunge: “Se ‘è compito della Repubblica rimuovere gli ostacoli di ordine economico e sociale, che, limitando di fatto la libertà e l’eguaglianza dei cittadini, impediscono il pieno sviluppo della persona umana e l’effettiva partecipazione di tutti i lavoratori all’organizzazione politica, economica e sociale del Paese’, allora la scuola è il cuore di questa azione trasformatrice. Per questi motivi ogni azione in difesa di una scuola scuola pubblica, democratica, laica, inclusiva e pluralista – come quella promossa dal Collettivo Studentesco ClandestinaMente – non può che vederci concordi e partecipi”.

Nel frattempo, questa mattina ci sono stati i sit-in dinanzi agli istituti cittadini e ieri l’assemblea nella quale Studenti ed Associazioni si sono confrontati sugli effetti controproducenti del decreto sicurezza-immigrazione. “La vera sicurezza – fanno sapere dal Collettivo Studentesco – passa attraverso i diritti sociali e di cittadinanza per tutti”.
 



Articolo di Attualità / Commenti