Finale fatale per il Benevento che dilapida il vantaggio. Carpi cuore e rimonta

17:28:36 1550 stampa questo articolo
Carpi - BenCarpi - Ben

Al 93' il pareggio di Vano che sigla il suo primo goal in Serie B completa la rimonta del Carpi iniziata con Concas all'86'.  

   
Montipò 
    sampdoria Serie A
 
Volta

  Billong 

Costa

 

 
Tello

Viola

Bandinelli
 

Gyamfi
     
Letizia
 
Coda
 
Asencio
 
   
Arrighini 
   

Piscitella
 
Concas
 
Jelenic
 
Pasciuti

 

Mbaye
 

Buongiorno

Poli
 
Sabbione

Pachonik
   
Colombi
  Carpi Serie B

La scossa non arriva, anzi, il Benevento che andava a Carpi per “riprendersi” dalla batosta interna subita dall’Ascoli ricasca nelle proprie paure ed incertezza ed in nove minuti si fa rimontare dalla truppa di Castori. Benino per 85 minuti i giallorossi, anche se con tante sbavature in impostazione ed in uscita che costringono il Benevento anche a soffrire. Il 5-4-1 finale di Bucchi, manda in tilt i sanniti, e costringe il Benevento a non avere più “spunti” regalando spazio vitale ai biancorossi. Ancora una volta, il Benevento, si dimostra incapace di gestire il match, fragile mentalmente – gli infortuni di Costa e Di Chiara non sono attenuanti – e incapace di reagire dinanzi alla prima difficoltà. Ora, probabilmente, la panchina di Bucchi inizia veramente a traballare.

Le scelte

Bucchi deve rinunciare a Maggio e Improta oltre ai lungodegenti Tuia, Bukata e Del Pinto. Il tecnico dei giallorossi disegna, dunque, un 3-5-2 abbandonando il solito 4-3-3 lasciando in panchina Nocerino, Buonaiuto, Ricci e Insigne. Tra i pali, c’è l’esordio stagionale del giovanissimo portiere dell’Under21 Montipò, difesa composta da Volta, Billong e Cosa e centrocampo folto con Bandinelli, Viola e Tello centrali, Letizia e Gyamfi esterni. In attacco, il tandem Coda – Asencio.

Scelte obbligate per Castori che deve rinunciare a Mokulu e Piu. Il tecnico degli emiliani ripropone per il resto l’undici titolare di Crotone. Colombi in porta, difesa con cabina di comando affidata a Sabbione e completata da Pachonik, Poli e Buongiorno. A centrocampo ci sono Piscitella e Jelenic sugli esterni Pasciuti e Mbaye centrali mentre Concas è l’uomo dietro l’unica punta Arrighini.

La gara

Parte forte il Benevento che prova subito a schiacciare il Carpi ed al 3’ è Viola, con il sinistro, a spaventare Colombi; palla fuori di poco. Al 7’ Bucchi perde Costa per un problema muscolare al suo posto entra Di Chiara ma l’assetto tattico sembra confermato. La prima chance del Carpi capita sulla testa di Concas a 12’ su cross di Pasciuti dalla sinistra ma Montipò blocca senza problemi. La prima vera palla goal del match, al 13’, è dei padroni di casa con Arrighini che batte in velocità Volta e calcia ma Montipò gli dice di no con un grande intervento.

Il Carpi trema al 19’ quando Gymanfi calcia, palla ribattuta da Buongiorno che arriva a Tello. Il colombiano la allarga per Coda che controlla e tenta la girata andando vicinissimo al vantaggio. La palla resta viva e torna nuovamente a Coda che questa volta calcia di potenza ma Colombi è bravo a rifugiarsi in corner. Al 30’ mega occasione per il Benevento che da un po’ di minuti sembra essere tornato a giocare e a mettere in difficoltà gli uomini di Castori in una gara dai ritmi non altissimi. Mbaye stende Viola al limite, a battere il calcio piazzato va Coda che la gira sul palo di Colombi che con la mano aperta riesce in qualche modo a deviarla in corner.

Al 37’ azione manovrata del Benevento e palla che arriva a Viola che sfila via a Jelenic e dal vertice basso impegna severamente Colombi che ci mette i guantoni. L’azione viene poi alimentata da Di Chiara e chiusa dall’ex Letizia che svirgola. Il Benevento ora schiaccia il Carpi che fa tanta, tanta fatica mentre i giallorossi, prima con Coda (alta sulla traversa), e poi con Asencio di controbalzo su assist di Tello. Il Carpi ci prova con l’unica soluzione possibile: sfruttare la profondità: lancio verso Arrighini (velocissimo) che prende il tempo a Billong e calcia ma Montipò è ancora una volta bravissimo a chiudere, in uscita, lo specchio. Il primo tempo, si chiude con il nuovo infortunio in casa giallorossa accorso a Di Chiara.

Niente da fare per Di Chiara che nella ripresa non ci sarà, al suo posto Bucchi lancia in campo il giovane Sparandeo che è fortunato al 46’ quando cintura Arrighini in piena area. All’alba della ripresa il Carpi prova a spaventare il Benevento con il bolide dalla distanza di Pasciuti che esce fuori non di molto. I sanniti sembrano, come al solito, non essere entrati bene in gara e Mbaye al 49’ ci prova con una conclusione insidiosissima sulla quale Montipò risponde con un grande intervento.

Passata la paura, il Benevento torna a giocare ed alla prima occasione va in vantaggio. Coda riceve palla al limite e calcia, Colombi si oppone ma sulla respinta si fa trovare pronto Asencio che ci prova di testa, l’estremo difensore nel tentativo di opporsi, con il pide, colpisce in pieno l’ex di turno Gaetano Letizia. La palla gli sbatte sulla faccia, tocca il palo ed entra in rete. Al 54’ è 0 a 1. Al 58’ è ancora Coda, il più attivo dei giallorossi, ad incunearsi in area e calciare ma la palla si spegne alta sulla traversa.

La reazione del Carpi arriva, la retroguardia del Benevento si difende con mestiere anche se con qualche affanno. La svolta al 69’ quando Sabbione controlla con un braccio un pallone in piena area e per il direttore di gara è calcio di rigore. Dagli undici metri va Coda che spiazza Colombi e festeggia il 30mo compleanno con il primo goal in trasferta del suo campionato. A questo punto della gara Castori decide di cambiare ulteriormente e di passare al 3-4-3 inserendo due uomini di qualità come Machach e Di Noia al posto di Buongiorno e Mbaye. Proprio Machach semina il panico al 79’ e scarica palla a Concas che però viene contratto al momento del tiro mentre poco prima era stato il neo entrato Buonaiuto (ha sostituito Asencio) a non sfruttare una ripartenza e lo stesso fa Viola servendo male Tello che davanti aveva una prateria solitaria. L’impressione, è quella che il Benevento non riesca ad uscire sempre con la giusta qualità e tranquillità dalla propria metà campo. All’81’ è Buonaiuto ad entrare in area e a cercare il diagonale vincente ma è ancora decisivo Colombi che devia in corner. All’82’ ci prova ancora Buonaiuto – assist di Coda – che si è spostato sull’esterno nel 4-5-1 voluto da Bucchi ma viene fermato dalla difesa di casa. Niente da fare per Buonaiuto che all’84’ deve ancora rimandare l’appuntamento con il goal grazie ad un altro intervento di Colombi.

Sul capovolgimento di fronte, il Carpi accorcia le distanze e riapre la gara. Cross dalla sinistra di Pasciuti, Arrighini prolunga sul secondo palo e trova Concas che di testa la mette in rete. Niente da fare per Montipò che era comunque riuscito a smanacciarla e ad indirizzarla sul palo. Nell’occasione si è anche fatto male Letizia che zoppica e rientra in campo con un’ampia fasciatura alla caviglia. AL 93’ ecco la beffa. Arrighini la porta via a Volta e serve il taglio sulla destra di Vano che indovina il diagonale e batte Montipò per il 2 a 2 inatteso del Carpi. La gara praticamente si chiude qui, con il Benevento che si dimostra fragile, fragilissimo, incapace di reagire alle difficoltà.

Tabellino

Carpi FC 1909 (4-4-1-1)
: Colombi; Pachonik, Sabbione, Poli, Buongiorno(72’ Machach); Jelenic, Mbaye(77’ Di Noia), Pasciuti, Piscitella(59’ Vano); Concas; Arrighini. A disposizione: Serraiocco, Suagher, Frascatore, Pezzi, Ligi, Romairone, Saric, Barnofsky, Wilmots. All. Castori.

Benevento Calcio (3-5-2): Montipò; Volta, Billong, Costa(8’ Di Chiara, 46’ Sparandeo); Gyamfi, Tello, Viola, Bandinelli, Letizia; Coda, Asencio(73’ Buonaiuto). A disposizione: Puggioni, Gori, Antei, Buonaiuto, Insigne, Goddard, Nocerino, Ricci, Volpicelli, Filogamo. All. Bucchi.

Arbitro: sig. Fabio Piscopo di Imperia
Assistenti: sig. Michele Lombardi di Bresca e sig. Giuseppe Opromolla di Salerno.
IV Uomo: sig. Lorenzo Maggioni di Lecco.

Note. Circa 300 i tifosi sanniti presenti al Cabassi

Marcatori: 54’ Letizia(B), 70’ Coda(B), 86’ Concas(C), 93’ Vono (C).
Ammoniti: 32’ Asencio(B), 45’+2’ Sabbione(C), 62’ Gyamfi(B), 64’ Vano(C), 71’ Arrighini(C), 71’ Billong(B), 75’ Tello(B), 78’ Machach(C), 83’ Sparandeo(B),
Angoli: 6 a 6.
Fuorigioco: 5 a 0 Carpi.
Recupero: 2’pt, 5’st.

Michele Palmieri.



Articolo di Serie B / Commenti




" data-width="670" data-numposts="7">