Guardia di Finanza: sequestrati oltre 10mila prodotti contraffatti per un valore di 60mila euro

18:2:39 3605 stampa questo articolo
Guardia di Finanza CasertaGuardia di Finanza Caserta

Continua senza sosta il piano di controllo economico del territorio attuato nel periodo estivo dal Comando Provinciale della Guardia di Finanza di Caserta per il contrasto alla diffusione dei fenomeni illeciti. L'operazione per la tutela del "Made in Italy" ha portato al sequestro di merce falsa per un valore di circa 60mila euro.

Le Fiamme Gialle della Compagnia di Caserta hanno sottoposto a sequestro oltre 10 mila prodotti contraffatti del valore commerciale di circa 60 mila euro, costituiti per la maggior parte da occhiali da sole e articoli elettronici di vario genere, recanti, tra l’altro, marcatura “CE” non conforme alla vigente normativa europea e, quindi, potenzialmente pericolosi per il loro utilizzo.

L’operazione di servizio eseguita dalle Fiamme Gialle casertane è scaturita da una attività infoinvestigativa, che ha portato all’individuazione di un autoarticolato sospettato di trasportare merce illecita. Infatti, i militari della Compagnia di Caserta, appostati nei pressi del casello autostradale di Napoli Nord, hanno bloccato l’automezzo a bordo del quale vi erano tre cittadini di nazionalità cinese.

I successivi controlli hanno consentito di rinvenire il grosso quantitativo di prodotti contraffatti, in merito ai quali i tre soggetti extracomunitari non sono stati in grado di giustificarne la provenienza. I tre responsabili, pertanto, sono stati denunciati a piede libero alla Procura della Repubblica di Santa Maria Capua Vetere per contraffazione, frode in commercio e ricettazione.

L’operazione di servizio effettuata dalla Guardia di Finanza, inquadrata nel più ampio contesto delle attività a tutela del “Made in Italy”, che, come noto, riveste un settore strategico per l’economia nazionale, ha consentito di sottrarre dal commercio un elevato quantitativo di prodotti potenzialmente nocivi per la salute dei cittadini, destinati probabilmente alla vendita parallela presso negozi compiacenti e sulle bancarelle dei mercati rionali del casertano e del napoletano.



Articolo di Caserta / Commenti