Il Benevento lotta ma vince il Bari. Al Vigorito finisce 3 a 4

22:52:4 4222 stampa questo articolo
Benevento Benevento

Il Benevento dopo 27 mesi perde la propria imbattibbilità casalinga contro un Bari che in avanti ha due armi letali come Galano e Floro Flores. Qualche sbavatura difensiva, un rigore dubbio non fischiato, una traversa lasciano l'amaro in bocca. In settimana però si vola a Novara. 

   

Crango
    Benevento Calcio Serie B
Venuti Camporese    Pezzi          

Lopez

                     Viola           Chibsah    
Ciciretti  

Falco

  Cissè
    Ceravolo    
  Galano Floro Flores Brienza  
Salzano       Macek
    Basha    
Morleo Tonucci   Capradossi Sabelli
    Micai   Bari - calcio serie B

Nel friday night si sfidano Benevento e Bari. I sanniti vorrebbero continuare a vincere e magari sognare per una notte. Il Bari è in crescita e tenta la scalata. Una sfida dunque piena di insidie sia per i giallorossi che per i pugliesi con il Benevento che si presenta con il miglior attacco e la miglior difesa mentre la truppa di Colantuono in trasferta fa fatica e segna poco. A coronare questa serata di gran calcio anche una cornice di pubblico di tutto rispetto, circa 13mila infatti gli spettatori presenti al Ciro Vigorito. Il Benevento lotta e sgomita va in vantaggio, la riacciuffa e poi cerca nuovamente il pareggio. L'assenza di Lucioni ha tolto certezze al reparto difensivo che è incappato in qualche sbavatura di troppo davanti a Floro Flores e Galano in serata di grazia. I sanniti dopo oltre due anni perdono l'imbattibbilità casalinga che durava dal 23 novembre 2014. Una gara pazzesca ricca di colpi di scena che lascia l'amaro in bocca ma non al pubblico che nonostante la sconfitta applaude i propri benianimi protagonisti di un campionato stratosferico. 

Le scelte


Baroni deve fare a meno dei lungodegenti Puscas, De Falco, Eramo, Piscitelli oltre allo squalificato Lucioni. Il tecnico toscano nonostante tutto non cambia modulo e schiera dunque Pezzi centrale e Lopez in corsia a completare il pacchetto ci sono invece Venuti e Camporese. Viola dal primo minuto, al posto di Del Pinto, in mediana insieme a Chibsah dietro il trio composto da Cissè, Falco e Ciciretti pronto a sostenere l’unica punta Ceravolo.

Colantuono non ha che l’imbarazzo della scelta anche se privo di Raicevic. Il tecnico pugliese opta per un 4-3-3 con un solo cambio Morleo al posto di Cassani rispetto all’ultima uscita. Micai va in porta difesa a 4 con Sabelli, Capradossi, Tonucci e appunto Morleo. Dentro anche Macek che va a far coppia con Salzano e Basha mentre il trio d’attacco e composto da Brienza, Galano e Floro Flores.

La gara

Parte forte il Bari che ha cercato di prendere subito le redini del gioco tentando per ben due volte l’imbucata in area prima con Basha ben chiuso da Pezzi e poi conquistando un corner. Il Bari non molla la presa ed il Benevento appare “stranito” dalla veemenza della squadra di Colantuono che al 5’ arriva poi al tiro con Floro Flores ma Cragno è attento e respinge. In precedenza in avanti si era spinto Tonucci che aveva tentato il colpo di testa su calcio d’angolo ma senza trovare il pallone.

Il Benevento prova a distendersi al 6’ con Falco che conquista in contropiede un buon corner ma sul capovolgimento di fronte s’invola Galano che salta il primo marcatore ma non Viola e l’azione sfuma. Pochi istanti ed il Bari è ancora pericoloso, sempre da calcio piazzato, ma Galano non trova il pallone. L'azione però prosegue perché la sfera resta li e viene riconquistata da Basha – probabile fallo su Venuti – che vede e serve il taglio di Floro Flores che calcia ma sull’esterno della rete. Il Benevento all’11’ dopo il grande avvio del Bari prova a far male al Bari. Al 13’ Ciciretti inventa e scodella al centro, Cissè la prolunga con il tacco e Lopez di testa fredda Micai. Esplode il Vigorito.

La reazione del Bari è immediata e dopo neanche un minuto arriva il pareggio dei pugliesi con Galano, che viene ben servito da Floro Flores in versione assistman, che becca Cragno in controtempo e non sbaglia. I giallorossi non ci stanno e la replica è affidata a Ciciretti che su calcio di punizione disegna una traiettoria insidiosa e potente che costringe Micai a fare gli straordinari. Al 21’ ancora Benevento pericoloso con Ceravolo che di testa sfiora il palo alla sinistra di Micai.

Al 22’ ecco che il Bari passa in vantaggio. Morleo ha spazio sulla corsia esterna e la mette al centro, la retroguardia sannita appare addormentata e per Floro Flores è un gioco da ragazzi siglare il 2 a 1. Al 25’ è il duo Ciciretti – Falco ha collezionare una buona opportunità: il triangolo si chiude ma la conclusione dell’ex Bologna è imprecisa. Al 28’ Viola ruba palla in uscita e la mette al centro, Ceravolo trova il tempo e la zampata per griffare il pareggio ma Pinzani annulla tutto è fuorigioco. Al 37’ Chibsah recupera ma non controlla Camporese sbaglia l’appoggio e serve Galano che apre a sinistra scarico per Floro Flores che entra in area doppio passo e Chibsah lo stende è calcio di rigore. Dagli undici metri va Salzano che indovina l’angolino, Cragno intuisce ma non la prende.

Al 40’ anche il Benevento reclama un calcio di rigore per fallo di Tonucci (già ammonito) su Ceravolo che era pronto a raccogliere la respinta corta di Micai. La gara si riapre al 42’ quando Ceravolo va a recuperare palla a destra la mette al centro e Cissè di testa, anticipando Sabelli e Tonucci, fulmina Micai. Che partita al Vigorito. Passato lo sconforto il Benevento si è svegliato e va vicinissimo al pareggio. Azione in velocità dei giallorossi con Ceravolo che semina il panico arriva in area calcia ma Micai è bravissimo a non cadere e a deviare in corner.

Pronti via ed il Benevento prova a far girar subito palla alla ricerca del varco giusto. Al 47’ un preziosismo di Ciciretti facilita l’intervento di Morleo che parte ma è bravo Pezzi a chiudere la diagonale e a metterci una pezza. Al 49’ azione insistita della Strega con dialogo Ciciretti - Falco che fa il funambolo e libera Venuti che la mette bassa al centro Ceravolo ci arriva e con una zampata la mette alle spalle di Micai è 3 a 3. Il Vigorito ora spinge i giallorossi che al 52’ anticipa Capradossi e la tocca quanto basta ma la sfera sfiora il palo. La reazione del Bari è immediata su un cross dalla sinistra non arriva Floro Flores ma la palla giunge sui piedi di Galano che di destro trova l’angolo giusto e batte nuovamente Cragno. Pugliesi di nuovo in vantaggio.

Il Benevento c’è ed è vivo, e Ciciretti al 62’ cerca il goal del 4 a 4 con un tiro a giro indirizzato sul secondo palo ma Micai si vola e la mette in angolo. Con il passare dei minuti il Benevento presidia costantemente la metà campo avversaria mentre Colantuono opta per una scelta conservativa: fuori Galano dentro Sagher e passaggio al 3-5-1-1 con Brienza dietro Floro Flores. Il Bari si abbassa ed il Benevento ne approfitta al 70’ con Falco ma Micai blocca senza problemi. Al 75’ è ancora Falco su calcio piazzato a impegnare severamente Micai che si salva ma il brivido vero arriva un minuto dopo quando sempre Falco che sembra essersi caricato sulle spalle il peso della squadra si fa 30 metri di campo e calcia ma la conclusione si stampa sulla traversa.

Nel finale il Bari si rintana nella propria metà campo anche se ha una buona chance con Brienza ma è provvidenziale l'intervento di Camporese. Il Benevento non riesce l'assalto finale. Il Bari dunque coglie la sua seconda vittoria in trasferta mentre i sanniti falliscono l'assalto alla vetta. Niente drammi, in settimana si torna in campo e gli stregoni sono attesi a Novara e dovranno fare a meno di Ciciretti e Chibsah. 

Il Tabellino

Benevento Calcio (4-2-3-1)
: Cragno; Venuti(60’ Gyamfi), Pezzi, Camporese, Lopez(79’ Melara); Viola, Chibsah(79’ Buzzegoli); Ciciretti, Falco, Cissé; Ceravolo. A disp. Gori, Del Pinto, Bagadur, Brignola, Rutjens, Matera. All. Baroni

Bari(4-3-3): Micai; Sabelli Capradossi, Tonucci, Morleo; Macek(58’ Greco), Basha, Salzano; Galano(67’ Suagher), Brienza, Floro Flores(79’ Maniero). A disposizione: Gori, Cassani, Fedele, Furlan, Moras, Parigini. All. Colantuono.

Arbitro: sig. Riccardo Pinzani di Empoli.
Assistenti: sig. Maurizio De Troia di Termoli e sig. Damiano Margani di Latina.
IV Uomo: sig. Daniele Martinelli di Roma2.

Marcatori: 13’ Lopez(BN), 14’ Galano(BA), 23’ Floro Flores(BA), 38’ Salzano(BA), 42’ Cissè(BN), 49’ Ceravolo(BN), 54’ Galano(BA).
Ammoniti: 18’ Sabelli(BA), 36’ Tonucci(BA), 52’ Chibsah(BN), 55’ Ciciretti(BN), 56’ Salzano(BA), 83’ Micai(BA), 87’ Pezzi(BN).
Angoli: 9 a 6 per il Benevento.
Fuorigioco: 4 a 2 per il Benevento
Recupero: 1’pt, 5’st.

Michele Palmieri



Articolo di Serie B / Commenti




" data-width="670" data-numposts="7">