LXX Premio Strega. Rese note le 27 opere selezionate

21:6:21 3347 stampa questo articolo

Chiuse le candidature per il LXX Premio Strega, 27 i titoli presentati che il 14 aprile diverranno 12.

“Con la chiusura delle candidature prende il via il LXX Premio Strega, promosso dalla Fondazione Maria e Goffredo Bellonci e da Liquore Strega con il patrocinio di Roma Capitale e il sostegno di Unindustria – Unione degli Industriali e delle Imprese Roma Frosinone Latina Rieti Viterbo. Sono 27 le opere presentate dagli Amici della domenica, lo storico corpo votante che dal 1947 attribuisce il riconoscimento a un libro di narrativa italiana pubblicato tra il 1° aprile dell’anno precedente e il 31 marzo dell’anno in corso”.


A renderlo noto è lo stesso Ente sul proprio sito. Pubblicati anche i nomi dei 27 libri presentati: L’uomo del futuro (Mondadori) di Eraldo Affinati
 presentato da Giorgio Ficara e Igiaba Scego. La scuola cattolica (Rizzoli) di Edoardo Albinati
 presentato da Raffaele La Capria e Sandro Veronesi. Viaggio in bianco e nero (Il Foglio) di Alessandra Altamura
 presentato da Franco Cardini e Maurizio Dardano. La notte delle falene (Amazon Publishing) di Riccardo Bruni
 presentato da Giancarlo De Cataldo e Roberto Ippolito. Dove troverete un altro padre come il mio (Ponte alle Grazie) di Rossana Campo
 presentato da Valeria Parrella e Antonio Riccardi. Quaderni di un terrorista (Biblioteca dei Leoni) di Giano Corte Moschin
 presentato da Giorgio Bàrberi Squarotti e Paolo Ruffilli. Notturno bizantino (La Lepre) di Luigi De Pascalis
 presentato da Alessandro Masi e Claudio Strinati. Non adesso, per favore (Marsilio) di Annalisa De Simone
 presentato da Aldo Cazzullo e Roberto Cotroneo. Dalle rovine (Tunué) di Luciano Funetta
 presentato da Lorenzo Pavolini e Luca Ricci. La casa blu (e/o) di Massimiliano Governi
 presentato da Giuseppe Catozzella e Roberto Saviano. La guerra è finita (Round Robin) di Lucia Guarano
 presentato da Franco De Renzo e Stefano Gensini. Le streghe di Lenzavacche (e/o) di Simona Lo Iacono
 presentato da Paolo Di Stefano e Romana Petri. Miracolo a Piombino (Historica) di Gordiano Lupi
 presentato da Simonetta Bartolini e Marcello Rotili. La reliquia di Costantinopoli (Neri Pozza) di Paolo Malaguti
 presentato da Marcello Fois e Alberto Galla. Quando Roma era un paradiso (Skira) di Stefano Malatesta
 presentato da Paolo Mauri e Giorgio Montefoschi. Il cinghiale che uccise Liberty Valance (minimum fax) di Giordano Meacci
 presentato da Giuseppe Antonelli e Diego De Silva. L’addio (Giunti) di Antonio Moresco
 presentato da Daria Bignardi e Tiziano Scarpa. Conforme alla gloria (Voland) di Demetrio Paolin
 presentato da Maria Rosa Cutrufelli e Elisabetta Mondello. Quel fiume è la notte (Fandango) di Flavia Piccinni
 presentato da Dacia Maraini e Lidia Ravera. Quasi morta (Anordest) di Amy Pollicino
 presentato da Fulvio Abbate e Francesca Pansa. La figlia sbagliata (Frassinelli) di Raffaella Romagnolo
 presentato da Fabio Geda e Giuseppe Patota Il fischio finale (Gilgamesh) di Davide Rubini
 presentato da Wilson Saba e Monique Veaute. Il paese dei segreti addii (Hacca) di Mimmo Sammartino
 presentato da Anna Grazia D’Oria e Raffaele Nigro. L’allegro manicomio (Felix Krull) di Lodovica San Guedoro
 presentato da Biancamaria Frabotta e Cesare Milanese. Se avessero (Garzanti) di Vittorio Sermonti
 presentato da Franco Marcoaldi e Serena Vitale La femmina nuda (La nave di Teseo) di Elena Stancanelli
 presentato da Francesco Piccolo e Silvia Ronchey. La sumera (Fazi) di Valentino Zeichen
 presentato da Renato Minore e Aurelio Picca.

Inoltre, “il Comitato direttivo del Premio – presieduto da Tullio De Mauro e composto da Valeria Della Valle, Giuseppe D’Avino, Simonetta Fiori, Alberto Foschini, Paolo Giordano, Enzo Golino, Giuseppe Gori, Melania Mazzucco, Luca Serianni e Maurizio Stirpe – si riunirà giovedì 14 aprile per selezionare tra le proposte degli Amici della domenica i dodici libri che si disputeranno la settantesima edizione.

I libri selezionati dal Comitato direttivo concorreranno anche alla terza edizione del Premio Strega Giovani, che coinvolgerà una giuria di circa quattrocento ragazze e ragazzi, di età compresa tra i 16 e i 18 anni, in rappresentanza di quaranta licei e istituti tecnici diffusi su tutto il territorio italiano e all’estero”.



Articolo di Letteratura / Commenti