Molinara: E' nata l'associazione 'Il mondo che vorrei'

13:4:32 4863 stampa questo articolo

Domenica 3 novembre a Molinara, con un simbolico taglio del nastro alla presenza del sindaco Giuseppe Addabbo, dell’assessore alle politiche sociali Lucilla Cirocco, del parroco Don Sergio Ingegno, del neo-eletto sindaco junior Alessandro Borrillo e degli esponenti delle altre associazioni del paese, si è dato inizio ufficialmente alle attività promosse dall’associazione ”Il mondo che vorrei”. L’associazione è nata recentemente dalla volontà di un gruppo di persone, in precedenza già impegnate in attività analoghe, di dare corpo a una “officina permanente” che accompagni i bambini e i ragazzi nel loro cammino di crescita, non dimenticando ma anzi rafforzando il ruolo fondamentale della famiglia, intesa come la più importante agenzia educativa di riferimento. Un compito difficile e delicato, dunque, quello dei genitori di oggi, che necessita di un supporto materiale e psicologico svolto in maniera professionale: per questo tutti gli operatori sono stati adeguatamente formati da Enza Belperio e Antonietta Menechella. La stessa Amministrazione Comunale ha mostrato da subito una notevole sensibilità nell’intercettare i veri bisogni della gente e la necessità di uno spazio fisico e mentale di condivisione, accogliendo e supportando il pensiero di tutela della funzione genitoriale promosso dall’associazione. In apertura, il Sindaco ha infatti sottolineato: “Nonostante la ristrettezza economica e la crisi in cui viviamo, il Sindaco, gli operatori dell’associazione, i cittadini e tutta la comunità devono rendersi responsabili del percorso di crescita del bene comune”. Proprio questa analisi delle attenzioni, dei bisogni e delle esigenze delle famiglie ha portato “Il mondo che vorrei” a pensare ed avviare una serie di attività e laboratori, che inizieranno il prossimo mercoledì 6 novembre, finalizzati ad accrescere e migliorare forme e modalità di socializzazione e partecipazione.
La prima iniziativa dell’associazione è “ Il mondo che vorrei… a Natale” e si rivolge ai bambini dai quattro agli undici anni. Le attività, tra cui la realizzazione di manufatti per la vendita al mercatino di Natale, anch’esso organizzato dall’associazione, si svolgeranno ogni mercoledì e sabato pomeriggio nei locali della struttura comunale di via Poggioreale, messa a disposizione dall’Amministrazione Comunale. Oltre a questa iniziativa “Il mondo che vorrei“ ha attivato un laboratorio di danza e recitazione per adolescenti dai dodici ai sedici anni che terminerà con la rappresentazione di un musical nel periodo natalizio, e un laboratorio di canto, in collaborazione con la Parrocchia, che porterà alla formazione di un coro di voci bianche. Entrambe le attività sono totalmente gratuite. “Lo scopo”, chiarisce Enza Belperio, psicologa e presidente dell’associazione, “è creare un ambiente caldo e accogliente, protettivo e sicuro, in cui ognuno può trovare il proprio spazio e il proprio tempo come figlio, come madre, come padre e come gruppo familiare. Anche per questo l’associazione ha istituito uno sportello di sostegno alla genitorialità, gratuito, dove poter esprimere idee e condividere problematiche, usufruendo del supporto di esperti”. L’associazione “Il mondo che vorrei“ è composta dalla Presidente Enza Belperio, dalla vice presidente Silvia Zipeto, dal segretario Margherita Gagliardi, dal tesoriere Maria Dora Parletta e dai consiglieri Nicoletta Gentilcore, Marybeth Girolamo, Franca Domino e Biagio Barricelli.



Articolo di Fortore / Commenti