Nel segno della Strega. Il Benevento batte il Frosinone ed il Vigorito fa festa

16:48:1 3522 stampa questo articolo
Benevento - Frosinone Benevento - Frosinone

Il Benevento fa l’impresa, batte il Frosinone e riapre la lotta per i play off. Tre legni colpiti dai sanniti nel corso dei novanta minuti che nonostante le tantissime assenze riesce a far di necessità virtù e sfodera una prestazione tutta cuore e grinta. 

   

Crango

  Benevento Calcio Serie B
Gyamfi Padella     Lucioni          

Venuti

Melara                     Del Pinto          Viola   Eramo

Puscas


Ceravolo

Dionisi
D. Ciofani  
Mazzotta
    Fiamozzi

Sammarco Gori Maiello

Terranova  Ariaudo Krajnc  
    Bardi   Frosinone - calcio serie B


Le scelte

Baroni deve rinunciare a Buzzegoli e Bagadur oltre che a Chibsah, Camporese e Lopez squalificati. Ritrova Ciciretti e Cissè ma perde nel prepartia Falco sostituito da Puscas. Il tecnico toscano rinuncia dunque anche al solito 4-2-3-1 e opta per un più accorto 4-4-2 con Cragno tra i pali, Gyamfi e Padella (che sostituisce Camporese), Lucioni è Venuti in difesa, Del Pinto al posto di Chibsah e Viola in mediana con Melara, Eramo sugi esterni. In avanti i giallorossi si affidano alla coppia Ceravolo – Puscas.

Marino ha out solo Kragl e Brighenti, opta per il 3-5-2 con Bardi in porta, linea difensiva composta da Terranova, Ariaudo e Krajnc; Fiammozzi, Maiello, Gori, Sammarco e Mazzotta a centrocampo mentre la coppia d’attacco è composta da Dionisi e Ciofani.

La gara

La prima conclusione pericolosa della gara è del Frosinone che al 5’ ci prova con Dionisi dalla distanza ma Cragno è attento e respinge, poi la difesa giallorossa allontana. La risposta del Benevento arriva al 7’ con Viola che si incarica di battere un calcio di punizione dalla trequarti su cui le torri sannite tentano la deviazione ma la retroguardia ciociara la devia in angolo. Con il passare dei minuti si allenta la pressione degli ospiti ed il Benevento prova a distendersi in avanti sull’asse Melara – Puscas, sul cross Ceravolo tenta lo stacco ma la conclusione è debole. Al 12’ Ancora Benevento in avanti con Viola che batte un calcio di punizione da posizione invitante da cui poi scaturisce un corner, il secondo per i sanniti, sul quale Padella arriva ma non impatta. Il Benevento però insite e si propone nuovamente con Venuti ma al momento di calciare Ceravolo scivola e l’azione sfuma.

Benevento pericolosissimo al 15’ con Viola che serve il movimento di Ceravolo che brucia Krajnc entra in area e calcia ma è decisivo, in ripiegamento, l’interno in tackle di Terranova. La risposta dei ciociari è immediata e arriva con Fiammozzi che la mette al centro Cragno non arriva e Gyamfi libera ma la palla era uscita. Maldestro poi il rilancio di Cragno che rischia di combinarla grossa con Viola che perde palla sulla pressione degli avanti ospiti, palla che giunge a Gori che calcia ma questa volta l’intervento del pipelet di casa è prodigioso e la devia in corner.

Al 22’ percussione di Dionisi che arriva al tiro ma viene contratto in calcio d’angolo. Lo spiovente viene poi liberato dalla difesa giallorossa, Gori ci prova dal limite ma la mira non è delle migliori. Dopo una fase di stanca, la gara torna a ravvivarsi intorno alla mezz’ora quando è ancora una volta Ceravolo bravo a liberarsi e a tentare la conclusione ma viene ribattuto. Al 35’ è ancora Benevento. Puscas recupera palla e serve nello spazio Ceravolo che salta Mazzotta entra in area ma è bravo Ariaudo a chiudere nel momento cruciale. Sul finire di primo tempo il Benevento trova il vantaggio. Del Pinto ruba palla e scarica su Melara che salta Dionisi crossa e conquista un corner. Dalla bandierina va Viola, sulla palla si fionda Puscas che di testa insacca la palla in rete.

Nella ripresa Marino decide subito di cambiare, fuori Mazzotta e dentro Crivello ma tatticamente non cambia nulla. Al 47’ dopo un doppio corner conquistato dal Frosinone è Dionisi che tenta, di testa, la girata in rete ma Cragno si distende e respinge in grande stile. Il Benevento risponde al 48’ con un tiro dal limite di Del Pinto ma Bardi blocca senza problemi. Al 50’ è il Benevento però a sfiorare il raddoppio con Viola che dai 20 metri va a battere un calcio piazzato che si stampa sulla traversa e poi è fortunato Bardi nella ribattuta.

Frosinone Fortunato al 52’ quando il Benevento con Puscas colpisce la seconda traversa consecutiva su cross di Melara. Il Frosinone non crolla, anzi, prova a rispondere e lo fa al 54’ con il solito Dionisi che tenta il tiro ad incrociare ma Cragno ci arriva a la allunga in angolo. Il pari del Frosinone lo firma Daniel Ciofani al 55’ che stacca più in alto di tutti e la mette lì dove Cragno non può arrivare. L’estremo difensore di casa si supera poi in due occasioni, la prima su Sammarco su cross di Crivello, e la seconda su Dionisi in sospetto fuorigioco. Al 76’ a provarci dalla distanza è ancora Ciofani ma Cragno blocca in maniera sicura. Al 79’ è ancora Ciofani a tentare, sempre di testa, di impensierire Cragno su cross di Soddimo ma la palla si spegne alta sulla traversa. Nel finale il Benevento prova distendersi con Pajac che entra in area e calcia ma Bardi blocca in due tempi. Quello che succede nell’ultimo minuto di recupero ha dell’incredibile perché il Benevento colpisce prima il terzo legno di giornata con Viola, sugli sviluppi di un corner, e poi dopo una serie di batti e ribatti in area spunta la testa di Ceravolo che insacca. È l’apoteosi perché il Vigorito scoppia in festa e tutta la squadra, compresa la panchina corre verso la curva sud che per 90’ interminabili minuti ha sostenuto la Strega in quella che potremmo definire, senza timore di smentita, una vera e propria impresa.

Il campo dunque ha parlato, i play off si svolgeranno salvo clamorose sorprese dell’ultima giornata. La Spal, complice la sconfitta dei ciociari può festeggiare la promozione in massima serie. Il Benevento ora scenderà in campo il prossimo 18 maggio all’Arena Garibaldi contro il Pisa. 

Il tabellino

Benevento Calcio(4-4-2)
: Cragno; Gyamfi, Padella(73’ Pezzi), Lucioni, Venuti; Del Pinto, Viola, Melara(88’ De Falco), Eramo; Ceravolo, Puscas(78’ Pajac) A disposizione: Gori, Ciciretti, Falco, Puscas, Brignola, Cissè, Matera. All. Baroni.

Frosinone Calcio(3-5-2): Bardi; Terranova, Ariaudo(84’ Mokulu), Krajnic; Fiamozzi, Maiello, Gori(75’ Soddimo), Sammarco, Mazzotta(46’ Crivello); Dionisi, D. Ciofani. A disposizione: Zappino, Russo, Frara, Ciofani M., Paganini, Mokulu, Pryima. All. Marino.

Arbitro: sig. Federico La Penna di Roma1.
Assistenti: sig. Antonio Santoro di Catania e sig. Lorenzo Gori di Arezzo.
IV Uomo: sig. Francesco Paolo Saia di Palermo.

Marcatori: 43’ Puscas(B), 55’ D. Ciofani(F), 93' Ceravlo(B)
Ammoniti: 20’ Fiamozzi(F), 29’ Del Pinto (B), 48’ Gori(F), 63’ Venuti(B), 69’ Cragno(B), 87’ Pajac(B)
Angoli: 11 a 8 Frosinone.
Recupero: 1’pt, 3’st.

Michele Palmieri

FOTOGALLERY Benevento - Frosinone: una giornata di festa per la tifoseria FOTOGALLERY



Articolo di Serie B / Commenti




" data-width="670" data-numposts="7">