Papa Francesco: "Propaganda allarmistica sui migranti. Non invadono, cercano assistenza. Chi non salva odia"

22:46:10 2237 stampa questo articolo
Papa FrancescoPapa Francesco

A Marsiglia il Pontefice critica l'approccio di alcuni Paesi dell'UE e ribadisce l'importanza del soccorso ai migranti durante gli "Incontri Mediterranei".

Papa Francesco, durante la sua visita a Marsiglia per gli "Incontri Mediterranei," ha espresso ferma disapprovazione nei confronti dei Paesi dell'Unione europea che stanno adottando politiche di chiusura nei confronti dei migranti. Il Pontefice ha rilasciato dichiarazioni incisive sull'argomento, sottolineando la necessità di un approccio umanitario e di soccorso nei confronti delle persone in fuga da situazioni di conflitto e povertà.

Durante il suo discorso, il Papa ha criticato apertamente ciò che ha definito "propaganda allarmistica" riguardo ai migranti, sottolineando che essi non rappresentano una minaccia invasiva, ma sono in cerca di assistenza e protezione. Questo intervento si è verificato nel contesto degli "Incontri Mediterranei," un importante summit che riunisce vescovi provenienti da 30 diversi paesi, amministratori locali e giovani, con l'obiettivo di affrontare la crisi migratoria e umanitaria che continua a sconvolgere la regione mediterranea.

Il Papa ha enfatizzato che il dovere di salvare vite umane dovrebbe essere una priorità assoluta, sottolineando che chi non si impegna in questo sforzo dimostra odio invece di compassione. Queste parole risuonano come un appello a un cambiamento radicale nella percezione dei migranti e nell'approccio delle nazioni europee verso questa sfida umanitaria. La visita di Papa Francesco a Marsiglia e il suo discorso ai "Incontri Mediterranei" richiamano l'attenzione sulla necessità di affrontare la crisi migratoria con un approccio basato sui valori umanitari e sulla solidarietà, piuttosto che con politiche di chiusura e propaganda allarmistica.



Articolo di Chiesa / Commenti