Pregiudicato e latitante dal 2014, tunisino arrestato dai Carabinieri

10:28:45 1108 stampa questo articolo

Era irregolare sul territorio nazionale  il tunisino, latitante dal 2014, arrestato ieri mattina dai Carabinieri. L'uomo è stato individuato durante uno dei serrati controlli pre-natalizi disposti dal Comando Provinciale di Benevento su tutto il territorio sannita.

Durante un controllo ispettivo nel comune di Calvi, in un’azienda agricola che alleva suini da latte e vende carne al dettaglio, i Carabinieri hanno controllato l'identità di tutti gli operai presenti in fabbrica, molti dei quali tunisini e albanesi. Durante le operazioni sono apparsi subito strani gli atteggiamenti di un giovane, che, approfittando dell’attività dei militari, ha tentato di allontanarsi senza dare nell’occhio.

Alla richiesta dei documenti da parte dei militari, il tunisino ha riferito di non averli a seguito accampando giustificazioni poco credibili. E' stato pertanto accompagnato in caserma, presso il Comando Provinciale di Benevento e dopo accurate operazioni di identificazione e foto segnalamento è stato identificato come H.A., cittadino tunisino. L’uomo da circa quattro anni era irreperibile, perché gravato da un provvedimento di cattura della Procura della Repubblica di Napoli per innumerevoli reati contro il patrimonio, furti e rapine commesse nel capoluogo partenopeo, e per lesioni sempre commesse nell’area napoletana.

Gli accertamenti hanno iinoltre permesso di risalire alla vera identità dell’uomo. Il pregiudicato, infatti, nel corso dei vari controlli di polizia a cui è stato sottoposto nel tempo, ha fornito ogni volta diverse generalità; su alcune di queste erano pendenti anche provvedimenti di espulsione e che quindi era un irregolare sul territorio nazionale. 

In corso accertamenti dei militari dell’Arma per verificare eventuali coperture da parte di persone a lui vicine che lo hanno aiutato a vivere e lavorare a Calvi, comune nel quale si trovava da poco tempo. 

Dopo aver informato dell’operazione in corso la dottoressa Pizzillo sostituto della Procura della Repubblica di Benevento, i Carabinieri della Stazione di San Giorgio del Sannio hanno provveduto a tradurre in carcere il pregiudicato. 



Articolo di Cronaca / Commenti