Riscatto Benevento che batte il Pisa con un goal di Cisse' e chiude l'andata al terzo posto

22:40:46 2884 stampa questo articolo
Benevento - Pisa Benevento - Pisa

Il Benevento si congeda dal 2016 con l’ennesima vittoria casaligna. Per piegare il Pisa basta un goal di Cissè. Sanniti al terzo posto a -2 dal Frosinone e -5 dalla capolista Verona.

 

  (4-2-3-1)
All. Baroni
 

Crango
    Benevento Calcio Serie B
Venuti       Camporese    Lucioni          

Pezzi 

             Buzzegoli           Chibsah               
             Melara 

Cissè


Pajac         


Ceravolo    
Peralta
Eusepi 
Mannini 
              Di Tacchio


Sanseverino            


Verna

Longhi              Fautario
Del Fabro              Gobulovic

    (4-3-3) All. Gattuso       


Ujkani   Calcio serie B - Pisa


Il Benevento batte il Pisa per 1 a 0 nel 21° turno del campionato di Serie B, ultimo del girone di andata, e continua la striscia positiva tra le mura amiche del “Ciro Vigorito” - un vero e proprio fortino dove i sanniti non perdono dal 23 novembre 2014. Un ruolino di marcia impressionante forte di 39 risultati utili consecutivi (27 vittorie e 12 pareggi). I giallorossi per scardinare la miglior difesa di tutto il torneo di B, quella del Pisa solo 11 goal subiti fino a questa sera, (Il Benevento ne ha subiti 14 ed è seconda) ci mettono 31’minuti. Poi i toscani ci provano ma Cragno abbassa la saracinesca. La truppa di Baroni sale dunque a 36 punti e chiude il girone d’andata, il primo di serie B, al terzo posto al pari della Spal. Giallorossi che confermano di avere una difesa di ferro in casa (2 reti subite) e nerazzurri con l’attacco più anemico in trasferta (2 soli gol segnati).

Le scelte

Baroni deve fare i conti con tante assenze: out Lopez, Bagadur, De Falco, Ciciretti( ha anche due turni di squalifica) e Falco che seppur claudicante sarà in panchina. L’idea del tecnico toscano è quella di non snaturare il solito modulo ed allora spazio al 4-2-3-1 con Cragno in porta, Camporese ormai titolare al fianco di Lucioni con Pezzi e Venuti esterni(il primo a sinistra il secondo a destra). Centrocampo fisico con Chibsah e Buzzegoli – anche lui non al meglio – mentre agiranno Melara a destra, Pajac a sinistra e Cissè al centro dietro l’unica punta Ceravolo.

Gennaro Gattuso non se la passa poi meglio ed arriva nel Sannio con una rosa risicata: out Lisuzzo Avogadri, Lisuzzo, Crescenzi, Tabanelli, Lores e Montella con Mudingayi Lazzari e Gatto non al meglio ma in panca. L’ex centrocampista del Milan opta dunque per il 4-3-3 probabilmente pensando di prendere alla sprovvista i sanniti contando sui rientri importanti di Di Tacchio, Verna e Sanseverino, oltre che al trio d’attacco composto da Peralta, Mannini e l’ex di turno Eusepi.

La gara

Buon avvio della formazione guidata da Rino Gattuso che nei primi minuti prova subito ad accelerare mentre il Benevento controlla agevolmente la manovra dei nerazzurri che ci provano con Verna, mira sballata, e conquistano un corner. Passata la sfuriata il Benevento alza il proprio baricentro e comincia far giar palla. Il possibile vantaggio arriva al primo affondo vero dei sanniti. All’11’, Melara va via a sinistra, la scodella al centro, Longhi prova a liberale ma la palla rimane li e Cissè da poco più di due metri a botta sicura la spedisce irrimediabilmente alta sulla traversa.

Buona la manovra degli ospiti che al 19’ vanno al tiro con Sanseverino su cross di Golubovic ma l’esterno toscano viene pescato in fuorigioco. I ritmi ora si sono abbassati e le due squadre giocano in un fazzoletto. Al 21’ il Pisa sbaglia un tocco in uscita e ne approfitta il Benevento con Buzzegoli, serie di tocchi poi palla che giunge a Ceravolo in piena area che la protegge e scarica su Cissè, anticipato. Gli stregoni rimangono in avanti e Venuti da destra la mette la centro verso Chibsah che calcia al volo ma il tiro è da dimenticare.

Benevento sprecone al 28’ quando sugli sviluppi di un calcio d’angolo Buzzegoli la mette al centro, deviazione di Lucioni e palla che giunge nuovamente a Cissè che calcia ma non inquadra lo specchio. Passano esattamente tre minuti e al 31' Cissè questa volta non sbaglia. Venuti – insta cabile in questi primi minuti così come Melara – la mette al centro, Ujkani si allunga e la devia, la palla giunge a Cissè che di testa a posta sguarnita porta in vantaggio i suoi.

Il Pisa sembra aver subito il colpo, ed il Benevento allora prova a colpire in contropiede con Pajac che palla al piede semina il panico nella metà campo avversaria e prova a servire Chibsah ma Di Tacchio e Fautario chiudono all’ultimo istante. Il Pisa prova poi la reazione, che sta tutta nella discesa di Mannini ben controllata da Camporese e poi sbrogliata da Lucioni.

Il Pisa soffre ed il Benevento fa il suo gioco. Ottima la prova fin qui di Venuti. Al 45’ però i toscani si scuotono. Torre di Eusepi – fino ad ora s’era visto pochissimo e guardato praticamente a vista da Lucioni – verso l’accorrente Mannini che calcia al volo più o meno dall’altezza del dischetto ed in pratica senza ostacoli davanti, ma la spedisce in Curva Sud.

La ripresa comincia senza cambi ed il Benevento con Ceravolo si butta subito alla ricerca del raddoppio ma sulla conclusione dell’attaccante giallorosso Ujkani fa buona guardia. Il Pisa però prova a scuotersi, anche perché il Benevento ha abbasso i ritmi, e lo fa con Mannini conclusione velenosissima ma Cragno blocca in due tempi. Al 55’ è ancora Cragno a salire sugli scudi e a respingere ancora una conclusione di Mannini prima e di Peralta poi.

A soffrire in questi primi minuti della ripresa è invece il Benevento, allora Baroni decide di cambiare: fuori Melara dentro Del Pinto e passaggio al 4-3-3, passano pochi minuti ed ecco entrare in campo Filippo Falco – settimana tribolata per lui dopo il forfait di Frosinone – al posto di Pajac e Benevento che cambia nuovamente modulo passando al 4-3-1-2. Al 70’ il Benevento va vicino al raddoppio con Ceravolo. Spiovente di Buzzegoli da calcio d’angolo, tacco di Camporese e palla a Ceravolo che si gira e calcia palla ribattuta.

Il Pisa risponde con il neo-entrato Gatto che sfonda a sinistra e la mette al centro ma Cragno è attento e blocca. La truppa di Gattuso però non cede e prova ad acciuffare per i capelli la partita. Al 74’ c’è il miracolo di Alessio Cragno.Peralta in piena area scarica a sinistra per Longhi che la mette dentro per Cani – appena entrato – che di testa la indirizza sul palo lungo ma il pipelet sannita con un colpo da reni “spettacolare” va a togliere la palla dall’angolino e salva il Benevento.

Il Benevento prova a controllare la gara mentre il Pisa non trova varchi giusti. All’83’ però è Venuti a calciare dalla distanza con la palla che esce non lontana dal palo. Nel finale l’errore di Camporese lancia Gatto poi è lo stesso Camporese in spaccata a liberare. All’88’ Cissè vede e serve il taglio di Ceravolo che calcia di prima intenzione ma Ujkani questa volta respinge alla grande annullando la possibile chance del 2 a 0. Il Pisa nel finale prova il forcing alla disperata ricerca del pareggio facendo circolare il pallone il Benevento chiude ogni spazio. Finisce dunque 1 a 0 con una rete di Cissè. I sanniti chiudono l’anno solare al terzo posto a pari punti con la Spal dopo la prima storica promozione in serie B. Una prova d’orgoglio, di riscatto dopo la beffa di Frosinone. Ottima la prova del Pisa che ci mette il cuore, ma non basta. 

Il tabellino

Benevento Calcio(4-3-1-2): Cragno; Venuti, Camporese, Lucioni, Pezzi; Melara(64’ Del Pinto), Buzzegoli(81’ Gyamfi), Chibsah; Pajac(67’ Falco); Cissè, Ceravolo. A disp. Gori, Padella, Jakimomvski, Puscas, Donnarumma, Pinto. All. Baroni

A.C. Pisa(4-3-3)
: Ujkani; Golubovic, Del Fabro, Fautario, Longhi; Verna(52’ Lazzari), Di Tacchio, Sanseverino(69’ Gatto); Peralta, Eusepi(72’ Cani), Mannini. A disp. Cardelli, Giacobbe, Birindelli, Favale, Salvi. All. Gattuso.

Arbitro: sig. Juan Luca Sacchi di Macerata.
Assistenti: sig. Manuel Robilotta di Sala Consilina e sig. Marco Bremes di Bergamo.
IV Uomo: sig. Eugenio Abbattista di Molfetta.

Marcatori: 31’ Cissè(B)
Ammoniti: 60’ Buzzegoli(B), 66’ Cissè (B), 85’ Longhi(P)
Angoli: 3 a 3
Fuorigioco: 0 a 4.
Recupero: 2’pt, 4’st.

Michele Palmieri



Articolo di Serie B / Commenti




" data-width="670" data-numposts="7">