Serie B. Benevento quanti rimpianti: fallisce il blitz alla vetta contro un Ascoli sottotono

19:36:14 3272 stampa questo articolo
Benevento - AscoliBenevento - Ascoli

Assalto alla vetta rimandato per il Benevento che in caso di vittoria avrebbe agganciato il Frosinone. Probabilmente due punti persi ma sabato al Matusa sul cammino dei giallorossi ci sono proprio i ciociari. 

   

Crango
    Benevento Calcio Serie B
Venuti          Camporese     Lucioni      

Pezzi

              De Falco          Chibsah           
Ciciretti  

Falco

  Cissè
    Ceravolo    
  Cacia   Gatto  
Felicioli       Orsolini
  Cassata    Giorgi  
Magnanelli                Mengoni   Augustyn              Almici 
    Lanni   Ascoli serie B


Il primo dei due posticipi della 19ma giornata del campionato di Serie B vede il Benevento affrontare l’Ascoli di Alfredo Aglietti. I sanniti sono in gran forma, imbattuti da 7 turni (5 vittorie due pareggi), inoltre tra le mura amiche del Ciro Vigorito in sole gare di campionato non perde dal 23 novembre 2014. Buon momento anche per l’Ascoli che dopo la sconfitta di Brescia ha collezionato due vittorie ed un pareggio. Diversa però la posizione in classifica dove i marchigiani che navigano a quota 22 punti uno in più di Salernitana, Pro Vercelli, Vicenza e Latina sono alla ricerca di una salvezza tranquilla. Il Benevento invece con il conseguente stop esterno della Spal ha la possibilità di agguantare in vetta – in caso di vittoria – il Frosinone (sarà poi il prossimo avversario degli stregoni) piazzandosi davanti all’Hellas Verona di scena domani contro l’Entella. Sanniti e bianconeri, si scontrano per la 12 volta ed i numeri danno in vantaggio il Benevento con 3 vittorie, due quelle dell’Ascoli e 6 i pareggi. Benevento con il lutto al braccio per la scomparsa in settimana di Gaetano Vigorito papà del patron giallorosso, e minuto di raccoglimento prima del calcio d’inizio.

Le scelte


Baroni deve fare a meno di Lopez, mentre Bagadur e Melara sono in fase di recupero e probabilmente arruolabili per la gara di sabato al Matusa per il resto non ci sono altri problemi, solo attenzione ai cartellini gialli: Ceravolo e Ciciretti sono diffidati. Come ricordato anche in sala stampa il tecnico dei giallorossi si torna al vecchio caro 4-2-3-1 con diverse novità. Prima di tutto Camporese va sostituire l’acciaccato Padella, mentre Venuto il giovane Gyamfi con Pezzi invece che prende il posto di Lopez. Anche Buzzegoli anche se in netto miglioramento si accomoderà in panchina con De Falco che agisce al fianco di Chibsah. La vera novità, invece, è data dal ruolo in cui gioca Cissè: esterno sinistro che farà coppia con Ciciretti e Falco mentre Ceravolo è l’unica punta. Aglietti non ha a disposizione lo svedese Hallberg e deve fare a meno anche di Lazzari e Perez mentre Addae e Carpani sono diffidati ma ha comunque nomi importanti come Cacia, Gatto e Orsolini, senza dimenticare Favilli. Spazio dunque al 4-4-2 con Lanni in porta, difesa a 4 con Almici, Augustyn l’ex di turno Mengoni e Mignanelli. Centrocampo con Giorgi e Felicioli, Cassata e Orsolini mentre in attacco ci sono Cacia e Gatto.

La gara

Inizio timido degli ospiti con il Benevento che prova subito ad imporre il proprio ritmo sulla gara anche se i padroni di casa fanno fatica a costruire e questo anche grazie alla posizione tattica degli avversari. La partita si accende intono al quindicesimo quando ci prova prima il Benevento con Venuti che serve nello spazio Ceravolo che controlla e calcia ma Lanni c’è. Poco dopo ecco la risposta dell’Ascoli con Orsolini che palla al piede fa 20 metri si accentra e prova a calciare ma la conclusione viene ribattuta. Dopo una serie di rimpalli però la palla arriva a Cacia che calcia ma Cragno blocca senza problemi. Al minuto 18’ è ancora Venuti a tentare la battuta dalla lunga distanza ma non trova lo specchio.

Il Benevento dunque fa la partita ma la manovra appare troppo spesso macchinosa ed è facile preda della retroguardia ospite pronta a partire in contropiede che, però, sbaglia tantissimi palloni in uscita. I ritmi tornano bassi salvo poi accendersi al 25’ quando prima l’Ascoli ci prova ma racimola solo un calcio d’angolo poi al 27’ invece il Benevento colpisce un palo clamoroso con Ceravolo: prima Chibsah trova la percussione centrale e serve Ceravolo che si gira e calcia, ma il palo frena. La palla torna in campo e finisce sui piedi di Cissè che però in spaccata, a porta vuota, non centra il bersaglio.

Ora il Benevento spinge e al 31’ è ancora Ceravolo a non trovare l’appuntamento con il goal: bordata di De Falco da fuori, l’attaccante sannita ci mette il piede cercando la deviazione (è in posizione regolare) ma la palla esce a poca distanza dal palo. Al minuto 40’ i padroni di casa mettono nuovamente alle corde gli ospiti e Augustyn si immola su Ceravolo che gli aveva ormai preso il tempo: giallo e calcio di punizione. A prendersi la responsabilità della battuta è Falco ma la conclusione non trova il giro giusto e Lanni blocca.

Anche nella ripresa è monologo giallorosso. I sanniti provano a mettere in pressione gli uomini di Aglietti, che sono più attenti alla fase difensiva che offensiva, ma non riescono a gonfiare la rete. A provarci subito è Ciciretti ma la conclusione si spegne alta sulla traversa. Il brivido però corre anche sulla schiena dei tifosi giallorossi quando al 56’ Orsolini ruba palla a Pezzi, entra in area di rigore e calcia con la palla che dopo una deviazione colpisce la traversa. Sul capovolgimento di fronte è ancora Ciciretti con un tiro a giro a costringere Lanni alla superarsi. Da qui in poi il Benevento si catapulta in avanti alla ricerca del vantaggio e ci prova prima con Falco, poi con Pezzi su cross di Ceravolo e poi con Chibsah dopo il grande numero di Ciciretti che ne supera tre prima di metterla al centro. Poi al minuto 71’ è ancora Pezzi a rendersi pericoloso con un tiro dal limite ma Lanni risponde presente e devia la sfera in corner. Nel mezzo un’occasione per Cacia che non inquadra due cambi per Aglietti che richiama in panca Orsolini e Mengoni (per lui un problema muscolare) inserendo Gigliotti e Bianchi ed un salvataggio clamoroso dell’ex giallorosso su Chibsah.

La risposta di Baroni arriva poco dopo quando il tecnico giallorosso fa uscire un generosissimo Cissè inserendo Puscas passando in pratica ad un 4-4-2 che di fatto è un 4-2-4. Minuti finali concitati con l’Ascoli non ne ha più e Benevento che pur insistendo non riesce ad essere pericoloso. L’Ascoli è tutto rintanato nella propria metà campo mentre Baroni urla e sbraita chiedendo ai suoi di alzare comunque il ritmo. L’assedio questa volta non porta i frutti sperati ed il Benevento che è la squadra che segna di più nei 15’ finali non riesce a bucare Lanni che in pieno recupero salva tutto sulla girata di Puscas.

Assalto alla vetta rimandato per il Benevento che in caso di vittoria avrebbe agganciato il Frosinone. Probabilmente due punti persi ma sabato al Matusa sul cammino dei giallorossi ci sono proprio i ciociari. Gara onesta dell’Ascoli che in pratica va via da Benevento senza subirle ma fa il minimo indispensabile, forse meno in fase offensiva e giocare contro formazioni che non concedono nulla è da sempre difficile. Insomma qualche rimpianto c’è soprattutto per le azioni sprecate, mentre continua a reggere il fortino casalingo.

Il tabellino

Benevento Calcio(4-2-3-1): Cragno; Venuti, Camporese, Lucioni, Pezzi; De Falco(85’ Buzzegoli), Chibsah; Ciciretti, Falco(85’ Pajac), Cissè(74’ Puscas); Ceravolo. A disposizione: Gori, Del Pinto, Padella, Gyamfi, Jakimovski, Donnarumma. All. Baroni.

Ascoli Picchio(4-4-2): Lanni; Almici, Augustyn, Mengoni(68’ Gigliotti), Mignanelli; Orsolini(68’ Bianchi), Giorgi(87’ Paolini), Cassata, Felicioli; Gatto, Cacia. A disposizione: Ragni, Pecorini, Jaadi, Manari, Cinaglia, Favilli. All. Aglietti.

Arbitro: sig. Antonio Rapuano di Rimini.
Assistenti: sig. Edoardo Raspolini di Livorno e sig. Christian Rossi di La Spezia.
IV Uomo: sig. Antonello Balice di Termoli.

Ammoniti: 39’ Augustyn (A), 56’ Lucioni(B), 57’ Almici(A), 75’ Cassata(A)
Angoli: 11 a 3 Benevento.
Fuorigioco: 2 a 5 Ascoli.
Recupero: 0’pt, 6’st.

Michele Palmieri

Link correlato

VIDEO Highlights Serie B. Benevento 0-0 Ascoli



Articolo di Serie B / Commenti




" data-width="670" data-numposts="7">