Serie B. I "legni" salvano il Benevento che al Menti impatta contro un buon Vicenza

17:14:30 2405 stampa questo articolo
Stadio Menti, foto: vicenzacalcio.comStadio Menti, foto: vicenzacalcio.com

Il Benevento pareggia al Menti contro un Vicenza rinato dalla cura Bisoli. Un pareggio che tutto sommato accontenta gli ospiti che agguantano al terzo posto il Cittadella. 

   

Crango
    Benevento Calcio Serie B
Venuti     Padella    Lucioni          

Lopez


       Buzzegoli       Chibsah  
      Ciciretti
             Falco    
Jakimovski   


Ceravolo
 
    Raicevic 

Giacomelli   Signori
Bellomo       Orlando


         Urso              

D'Elia                 Esposito
Adejo               Pucino          


Benussi   Calcio serie B Vicenza

La sedicesima giornata del campionato di Serie B mette di fronte Vicenza e Benevento. I padroni di casa vogliono uscire da una complicata posizione di classifica mentre gli ospiti non voglio cedere il passo e sono alla ricerca della quinta vittoria consecutiva. La stagione dei sanniti è sorprendente: -3 dalla vetta, e senza il punto di penalizzazione la truppa di Baroni sarebbe seconda al pari del Cittadella. A dire il vero l’arrivo di Bisoli sulla panchina dei berici ha portato ad un cambio di rotta ma non la scossa giusta. La concomitante sconfitta del Cittadella consente però ai giallorossi di agguantare il 3 posto.

Le scelte

Baroni portava con se un dubbio, Melara o Jakimovski? Nel consueto 4-2-3-1, ballottaggio lo vince il macedone mentre Lopez nonostante le non perfette condizioni è regolarmente tra gli undici – salterò però il Cesena era diffidato – con Cragno che torna a difendere i pali della porta sannita, il solito duo Buzzegoli – Chibsah e Ceravolo unica punta. Bisoli, invece deve fare a meno solo di Magri, Vita e H’Maidat indisponibili, recupera Esposito – Zaccardo va in panchina così come Galano – e nutre dubbi sul modulo. Il tecnico dei vicentini abbandona il solito 4-3-1-2 e disegna un 4-1-4-1 con il solo Raicevic davanti. 

La gara

Si fa subito vivace la gara del Romeo Menti tra Vicenza e Benevento. Al 5’ è Ciciretti a scambiare con Ceravolo che tenta subito la conclusione ma la sfera esce non lontano dalla porta di Benussi. La squadra di Bisoli cresce con il passare dei minuti ed il primo a provarci dei veneti è Bellomo ma la mira è sballata. I padroni di casa tentano di far male ai sanniti poco dopo quando Chibsah inciampa e Giacomelli esplode il sinistro ma la palla sorvola la traversa.

Il Benevento soffre soprattutto sugli esterni con le scorribande di un Giacomelli ispiratissimo, le sovrapposizioni di D’Elia a sinistra e Orlando a destra. Il Vicenza diventa dunque sempre più pericoloso, e al 19' l’ennesimo fallo fischiato da Minelli a favore dei padroni di casa diviene un’occasione d’oro. A calciare va Orlando, la palla sorvola pericolosamente tutta l’area ma nessuno trova la deviazione vincente. Passa poco che D'Elia compie un nuove coast to coast arriva sul fondo la mette al centro ma è attentissimo Cragno che blocca in uscita.

Il Benevento prova a scuotersi con Ceravolo che al 23’ ruba palla ad Esposito in piena area e tenta a calciare ma è pronto Benussi che in uscita neutralizza. Un minuto dopo il Vicenza che continua a macinare gioco ha forse una delle occasioni più ghiotte della prima frazione: la palla passa in mischia e giunge a Raicevic che a tu per tu con Cragno si lascia ipnotizzare dal pipelet dei sanniti che annulla una palla goal clamorosa. Il Vicenza non arretra, il Benevento è in palese difficoltà. La formazione di Bisoli attacca a testa bassa alla ricerca del vantaggio che per poco non arriva al minuto 26’ con Giacomelli che si beve Venuti e Padella e calcia dal limite con la palla che s’infrange sul palo e torna in gioco. Pronto sulla ribattuta Bellomo che però la mette in curva. Gli ospiti si fanno vivi dalle parti di Benussi alla mezz’ora con Falco e Ciciretti, bravo Benussi. Il Benevento nonostante la sofferenza prende coraggio e al 35’ si porta ancora in avanti ma prima Ceravolo non trova l’appuntamento con il pallone su cross di Falco e poi Ciciretti fa quello che può: controllo e girata di sinistro riflesso straordinario di Benussi che devia.

Passata la paura, il Vicenza si fionda nuovamente in attacco ed è ancora Giacomelli, bravo sulla sinistra a seminare un paio di avversari, a entrare in area e calciare ma Cragno si rifugia in calcio d’angolo. L’ultimo pericolo lo corre ancora il Benevento al minuto 45’. Cross di Pucino dalla destra, difesa inspiegabilmente ferma, e la palla arriva all’accorrente Signori che di testa da due passi manda inspiegabilmente fuori.

La ripresa per i sanniti comincia subito con un cambio. Fuori un evanescente Jakimovski e dentro De Falco mentre Buzzegoli ci prova da distanza siderale con la palla che però non si abbassa e si spegne alta sulla traversa. I ritmi calano ma la partita rimane apprezzabile, al 49' Raicevic va via a Padella, entra in area incespica sul pallone e questo permette a Lucioni di rinvenire e subire poi fallo. Al 55’ è Bellomo a provarci su calcio piazzato, ma la conclusione s’infrange sulla barriera.

Al 58' è Falco a tentare la conclusione dalla distanza ma il tiro viene ribattuto la palla in qualche modo giunge a Ceravolo che però calcia addosso a Benussi che nel frattempo era uscito dalla porta. Il Benevento si rende pericoloso al 64’ con Falco che va via a sinistra e poi la mette al centro per Ciciretti calcia al volo di sinistro ma la svirgola, sbagliando così un’occasione clamorosa. Il Vicenza però c’è è vivo e lo dimostra al minuto 68’. Solito cross di Pucino dalla trequarti, difesa ferma e avvitamento di Bellomo che sfugge a Venuti e di testa colpisce l’incrocio dei pali.

Il risultato non si sblocca e comincia allora la lunga girandola dei cambi, con Bisoli che inserisce prima Galano e poi Cernigoi mentre Baroni richiama Ceravolo e fa entrare Puscas prima di coprirsi ed inserire Camporese al posto di Buzzegoli. Al minuto 79 è però Buzzegoli ancora una volta a tentare la conclusione dalla distanza con Benussi costretto al colpo di reni per deviare la sfera in angolo togliendola dall’incrocio dei pali. All’81’ invece è Raicevic a calciare la palla alta sulla traversa in piena area di rigore. L’ultimo sussulto invece lo regala al minuto 85’ Ciciretti: tacco di Falco al limite e botta di prima intenzione palla fuori di poco.

Finisce qui, al Menti con il Vicenza costretto a rimandare ancora la prima vittoria casalinga. Sfortunata la squadra di Bisoli che ai punti con un palo ed una traversa meritava sicuramente qualcosa in più di un punto. Benevento “sano e salvo” con un pizzico di fortuna che allunga la sua striscia positiva anche se le vittorie consecutive si fermano a 4. Rimane ancora inviolata la porta, migliore difesa del campionato, e dimostra che solidità difensiva è una delle armi in più degli Stregoni. Sabato al Vigorito arriva invece il Cesena di guidato da un’ex: Camplone.

IlTabellino

Vicenza Calcio (4-1-4-1): 
Benussi; Pucino, Adejo, Esposito, D’Elia; Urso; Orlando(61’ Siega), Signori, Bellomo, Giacomelli(70’ Galano); Raicevic(82’ Cernigoi). A disp. Vigorito, Bogdan, Zaccardo, Rizzo, Zivkov, Fabinho. All. Bisoli.

Benevento Calcio (4-2-3-1)
: Cragno; Venuti, Lucioni, Padella, Lopez; Buzzegoli(Camporese), Chibsah; Ciciretti, Falco, Jakimovski(46’ De Falco); Ceravolo(70’ Puscas). A disp.: Gori, Pezzi, Del Pinto, Melara, Pajac, Gyamfi. All. Baroni.

Arbitro: sig. Daniele Minelli di Varese
Assistenti: sig. Tarcisio Villa di Rimini e sig. Francesco Disalvo di Barletta.
IV Uomo: sig. Antonio Giua di Pisa.

Ammoniti: 18’ Lopez (B), 42’ Bellomo (V), 55’ Ceravolo (B), 65’ Giacomelli (V), 76’ Urso (V)
Angoli: 3 a 3.
Fuorigioco: 3 a 1 Vicenza.
Recupero: 0’pt, 4’st.

Michele Palmieri

VIDEO Highlights Serie B. Vicenza 0-0 Benevento



Articolo di Serie B / Commenti




" data-width="670" data-numposts="7">