Dugenta: La Polizia esegue 3 provvedimenti di revoca dell'accoglienza

16:30:21 2721 stampa questo articolo
Blitz della Polizia in un centro immigrati a DugentaBlitz della Polizia in un centro immigrati a Dugenta

Nuovo blitz da parte degli uomini della Questura di Benevento, nella tarda mattinata di oggi 11 agosto, in un altro centro per immigrati di Dugenta.

Alcuni ospiti della struttura, destinatari di provvedimenti di revoca dell’accoglienza da parte della Prefettura di Benevento, sono stati allontanati. L'intervento è stato eseguito alle prime luci dell’alba. Gli agenti della Questura di Benevento, coadiuvati da un’unità del Reparto Mobile di Napoli, hanno proceduto all’esecuzione delle misure nei confronti di tre migranti, che da tempo erano rimasti inottemperanti, alcuni dei quali si erano anche resi protagonisti anche di atteggiamenti violenti e minacciosi nei confronti degli operatori del centro.

L'operazione di questa mattina segue l'intervento effettuato ieri, sempre in un centro di accoglienza di Dugenta, dove alcuni ospiti della struttura avevano bloccato alcuni addetti alle pulizie ed alla cucina, in segno di protesta per la mancanza di condizionatori e per la tipologia di cibo non gradita. A seguito dell'intervento della Squadra Mobile,  per un ventunenne Ghanese, già destinatario di un decreto di revoca dell’accoglienza per fatti analoghi,  sono scattate le manette, con l’accusa di resistenza e lesioni a pubblico ufficiale.

Purtroppo la situazione è alquanto tesa. Dugenta annovera due centri per gli immigrati che hanno fatto registrare ultimamente momenti di tensione, richiedendo l'intervento delle forze dell'ordine. Non da ultimo, anche il grido dall'allarme lanciato dal sindaco Clemente Di Cerbo, anche dalle colonne del Quaderno, che ha raccolto segnalazioni di disagio ed attrito generato anche dal forte sospetto che in uno dei due centri vi siano fenomeni di prostituzione.

Notizia correlata

Dugenta, proteste in centro accoglienza: 21enne arrestato dalla Polizia



Articolo di Cronaca / Commenti