Calcio a 5. Il Campana Futsal cede in casa contro il Cus Caserta

18:19:15 1145 stampa questo articolo
Campana Futsal Cus CasertaCampana Futsal Cus Caserta

Anche il Calvi perde fuori casa con il Pignataro Monte Maggiore Futsal ed entrambe le casertane sono ora appaiate a 4 punti in classifica. 

Seconda giornata dei gironi oro, la Campana Futsal cede per 4-3 in casa contro il CUS Caserta. Nel frattempo il Calvi perde fuori casa con il Pignataro Monte Maggiore Futsal ed entrambe le casertane sono ora appaiate a 4 punti in classifica, con le sannite ferme a 1 punto. Abbiamo intervistato il vicecapitano dei grigioneri Matteo Micco, ruolo laterale, e Roberto Maiello ruolo centrale di difesa; quest'ultimo di ritorno da un lungo infortunio che gli aveva fatto saltare gran parte della stagione.

Ciao Matteo, ritorniamo a parlare un po' dell'ultima partita: dopo il pareggio 4-4 fuori col Calvi, è arrivata la sconfitta casalinga col CUS Caserta per 4-3. È pesata molto l'assenza di Alfonso Lanni squalificato?

"Ripensando alla partita contro il CUS Caserta c'è ancora l'amaro in bocca per il risultato, forse avremmo meritato almeno il punto, però i playoff sono così, bastano piccole disattenzioni e vieni punito. Per quanto riguarda Alfonso parliamo di un giocatore di categoria superiore, ci dispiace per questo suo stop forzato perchè avrebbe dato sicuramente il suo contributo".

Diversamente dalle gare di campionato in cui tu assieme a Lanni vi alternavate come centrale dietro, questa volta hai lasciato il ruolo ad altri compagni. Ed è anche tornato Maiello dall'infortunio. Tu come ti trovi a giocare meglio?

"Ad inizio anno per il ruolo di centrale difensivo la società e il mister avevano puntato su Alfonso Lanni e Roberto Maiello, poi purtroppo il lungo infortunio di quest'ultimo ha stravolto un po' i piani, e a turno sia io che Francesco Solinas ci siamo alternati per dare il cambio ad Alfonso. Adesso facciamo un grosso in bocca al lupo a Roberto e siamo felici che stia tornando ai suoi livelli perché il suo contributo sarà fondamentale. Per il mio ruolo non ci sono problemi, dove il mister mi chiede di giocare là gioco, anche se le mie caratteristiche sono più offensive che difensive".

Ora giocherete in casa ancora una volta, contro il Pignataro Monte Maggiore che assieme al CUS Caserta è a 4 punti, avendo vinto col Calvi. Siete consapevoli della forza del Calvi e del CUS, quale è il tuo pensiero, e magari anche dei tuoi compagni, sulla prossima avversaria?

"Sulla prossima avversaria, il Pignataro, sappiamo che sono forti e organizzati, hanno ottenuto un piazzamento importante in un girone difficile. Noi però non dobbiamo guardare in casa delle avversarie, sappiamo la nostra forza e il nostro valore e siamo consapevoli di potercela giocare alla pari con tutti. Da qui al prossimo mese posso garantire il massimo impegno da parte di tutti per il raggiungimento dell'obiettivo finale".

Tocca ora a Maiello: dopo tanto tempo fuori durante il quale hai assistito da spettatore tifoso alle sorti della Campana Futsal, contro il CUS Caserta sei tornato a calcare ufficialmente un campo da calcetto, cosa hai provato col ritorno in campo?

"Stare fuori è sempre brutto; vedere i compagni combattere senza poter poi fare niente per aiutarli mi faceva molta rabbia. Con tanto sacrificio e passione mi sono allenato duramente per rientrare con la squadra e ci sono riuscito anche se non al 100%. Entrare in campo per me era il frutto del duro e lungo lavoro di recupero, sono contento di questo e spero di poter finalmente dare una mano ai miei compagni".

Purtroppo il tuo ritorno è coinciso con la sconfitta casalinga, e già alla 2a giornata di questi gironi oro, si complica la situazione delle squadre sannite (Campana e Calvi) a favore delle casertane, entrambe a 4 punti. Come pensi possa proseguire questa seconda fase?

"Sì, il mio ritorno è coinciso con la sconfitta, è un ritorno un po' amaro, ma ora ci dobbiamo rimboccare le maniche e vincere le prossime partite. Non sarà facile ma ce la metteremo tutta fino alla fine".

L'assenza di Lanni squalificato, potrebbe velocizzare già da adesso un tuo maggior impiego tra i titolari come centrale difensivo, come gestirete ora lì dietro?

"La squalifica di 3 giornate per Lanni pesa un macigno, la Campana Futsal ancora una volta dovrà fare a meno di un giocatore, dico così perché quest’anno non siamo mai stati al completo. Sì, spero di giocare con più continuità e raggiungere al più presto il ritmo partita perché sono stato fermo per 5 mesi. I ragazzi tutti stanno facendo un ottimo lavoro, ci aiutiamo a vicenda, e al mio primo rientro contro il CUS tutto il gruppo mi ha dato sicurezza, per questo ringrazio tutti i ragazzi".



Articolo di Calcio a 5 / Commenti