Conclusa la sesta edizione dell'Ariano Film Fest: 1000 opere presentate provenienti da 65 nazioni

10:50:57 802 stampa questo articolo
Ariano Film Fest - Pino AmmendolaAriano Film Fest - Pino Ammendola

L’Ariano International Film Festival si chiude con sorprese e un RedCarpet d’eccezione.

Tante le stelle delle due serate di premiazione nelle serate del 3 e 4 agosto: l’idolo dei teenagers Leonardo Cecchi, l’attore e doppiatore Pino Ammendola, l’attrice e conduttrice venezuelana, Barbara Clara,  Renato Scarpa che vanta collaborazioni con Paolo e Vittorio Taviani, Marco Bellocchio, Massimo Troisi ecc..., il giovane attore, protagonista della fortunata serie Rai “Braccialetti Rossi”, Mirko Trovato, la brillante attore comico Franco Oppini accompagnato dalla moglie Barbara Alberti, la splendida attrice Emanuela Tittocchia e il rapper Ghemon.

Anche la sesta edizione è stata segnata dai grandi numeri: 1000 opere giunte da 65 nazioni, di cui 100 opere selezionate. I film fuori concorso: “Rudolf alla ricerca della felicità”, “Un giorno della vita”, “Arrivederci Agnes”, “La Madonna del Parto”, “28… ma non li dimostra” e “L’aquilone di Claudio” sono stati presentati dai rispettivi registi, i quali con dibattiti e approfondimenti hanno contribuito all’arricchimento dell’aspetto critico, soprattutto dei ragazzi. Questi hanno avuto modo di avvicinarsi al cinema indipendente.

I più piccoli hanno visto in anteprima quattro episodi di YoYo, produzione Rai, Ad accompagnare la presentazione, il papà della serie Alfio Bastiancich, maestro d’animazione, che, ha tenuto una Masterclass dal titolo “L’Animazione tra arte e industria”.

La novità di quest’anno è stata la sezione speciale Diverso è Uguale, nata per sottolineare come l’Europa sia una comunità di popoli che, pur se diversi, sono accomunati da un forte sentimento di fratellanza e solidarietà. Particolare attenzione è stata data alle problematiche politico-sociali dell’immigrazione e dell’integrazione multiculturale, che appaiono sempre più urgenti e complesse, e dalla cui risoluzione discende la prospettiva di una società rinnovata in quanto ai diritti e ai doveri.

Inoltre per ricordare per ricordare il regista romano, recentemente scomparso la Retrospettiva Carlo Vanzina famoso per aver regalato alla cultura cinematografica italiana pellicole di successo internazionale. Come ogni anno, anche in questa sesta edizione le proiezioni, i workshop, le mostre e tutti gli eventi sono stati rigorosamente gratuiti e hanno portato, ai molti visitatori del Festival, eventi di alto spessore culturale e di stampo internazionale. Proprio la grande mole di attività e le diverse iniziative, hanno fatto registrare una notevole partecipazione di pubblico.
Ancora una volta l’Ariano International Film Festival è stato un’occasione ideale non solo per incontrare il cinema indipendente, ma ancor di più una vetrina di promozione culturale.



Articolo di Cinema / Commenti