La Campana Futsal sfida la capolista, Solinas: "Non abbiamo paura"

17:43:6 870 stampa questo articolo
SolinasSolinas

"Se continuiamo a vedere la classifica ci facciamo solo del male, quindi dobbiamo procedere un passo alla volta, facendo sempre il nostro gioco".

Sabato scorso la Campana Futsal ha conseguito la seconda vittoria consecutiva (dopo quella casalinga contro il Castel Baronia) in casa della seconda classificata, il Camp Nou. La gara, conclusasi con un 6-4 finale in favore dei grigioneri, ha visto come "man of the match" Francesco Solinas, autore di una tripletta. Ed è proprio con lui che ci approcciamo questa settimana in vista dell'ultima gara prima della sosta natalizia contro il Futsal Matese.

Sabato scorso avete quindi affrontato il Camp Nou in trasferta, una squadra che era davanti a voi in classifica di ben 8 punti, mentre voi eravate solamente a 7. Quanto sentivate la pressione di questa gara che avrebbe già potuto indirizzare la stagione verso un tipo di campionato tra le squadre che rincorrono, piuttosto che verso un altro tra le squadre che verranno poi rincorse?
"Affrontavamo una trasferta difficile in casa della seconda in classifica, per altro con qualche nostra assenza, come del resto ci sta capitando spesso dall'inizio dell'anno. A differenza delle gare precedenti questa volta l'abbiamo indirizzata nel modo giusto e siamo stati sempre bravi e compatti a restare sempre in vantaggio noi. Non sentivamo più di tanto la pressione perché sono un paio di settimane che ci siamo prefissati di non guardare la classifica, ma di pensare partita dopo partita, cercando di disputarle sempre come delle finali, avendo perso già troppi punti ad inizio stagione. Se continuiamo a vedere la classifica ci facciamo solo del male, quindi dobbiamo procedere un passo alla volta, facendo sempre il nostro gioco".

Una volta in campo, si è vista la differenza di punti in classifica? Avete giocato molto meglio, o con più voglia rispetto al Camp Nou?
"Devo dire che la differenza effettivamente non si sia vista, questo perché penso che non meritiamo i punti che abbiamo in classifica, abbiamo buttato qualche punto sia in casa con il Pontelandolfo dove meritiamo un altro risultato, così come ad Ariano dove fino a 4' dalla fine eravamo sul 3-1 per noi e poi è finita in parità. Insomma conto 4-5 punti in meno, e con questi la classifica attuale sarebbe stata diversa. Noi possiamo giocarcela con chiunque se siamo al completo e se restiamo concentrati in ogni gara".

Dopo il poker di De Luca in casa contro il Castel Baronia, è arrivata la tua tripletta fuori casa. Le vittorie possono quindi arrivare solamente quando uno della Campana mette assieme una grande prestazione, o è la grande prestazione di tutti, a far uscire fuori la grande prestazione di un singolo?
"E' normale che ognuno di noi deve sempre cercare di fare il meglio, restiamo però un collettivo e da qualunque partita ne usciamo sempre in gruppo, e non solo con il singolo; poi ci sta che qualcuno più di esperienza come me, come De Luca, Micco, Lanni, Ecravino, deve dare qualcosa in più rispetto ai ragazzi nuovi e più giovani arrivati quest'anno. Insomma, in definitiva sempre prima il collettivo, attraverso la cui prestazione, risalta poi anche quella individuale di qualcuno di noi".

La prossima gara sarà l'ultima prima delle vacanze, come sta procedendo l'avvicinamento alla sosta?
"Sappiamo che sarà altrettanto difficile visto che affronteremo la prima della classe, dopo la seconda. Questa volta però giocheremo in casa e come non ci siamo abbattuti in momenti difficili non avremo paura neanche questa volta. Noi cercheremo come sempre di fare un'ottima prestazione, poi se loro saranno più forti di noi, dovranno dimostrarlo sul campo. Vincere questa gara per noi vorrebbe dire rimetterci veramente in carreggiata perché a seguire ci saranno molti scontri diretti e potrebbe cambiare tutto nella parte alta della classifica".



Articolo di Calcio a 5 / Commenti