Successo per la prima parte della Festa del Torrone e del croccantino

17:22:55 3638 stampa questo articolo
San Marco dei Cavoti, festa del Torrone 2015San Marco dei Cavoti, festa del Torrone 2015

Quattro giorni, dal 5 all'8 dicembre, che hanno spalancato le porte del centro fortorino a visitatori italiani e stranieri: quattro giorni di assaggi, spettacoli culinari e musicali, appuntamenti culturali.

Si è chiusa ieri la prima parte della quindicesima edizione della Festa del Torrone e del Croccantino di San Marco dei Cavoti. Le previsioni sono state rispettate, il flusso di visitatori è stato costante con il picco registrato nella giornata dell'8 dicembre, come sempre in occasione dell'Immacolata e della tradizionale preparazione del megacroccantino, che quest'anno ha raggiunto la lunghezza record di 22 metri.

Gli stand di torroncino sempre affollati, disposti lungo la storica via Roma, hanno confermato l'ottima riuscita del primo fine settimana. Tante le attrattive per i visitatori, non solo in piazza Risorgimento e lungo la "Via del Torrone" ma anche nel centro storico sammarchese con il mercatino di Natale di piazza del Carmine, la degustazione di pizza preparata con farine di grano antico nel presidio Slow Food di piazzetta Vicidomini. Più di 35 gli espositori e fra questi anche i 9 comuni che in piazza Risorgimento hanno portato in vetrina le proprie eccellenze.

Fra gli appuntamenti di apertura c'era il dibattito sulla celiachia e a margine la visione del cortometraggio “Come le formiche" Davide Vella e Alfonso Pontillo, per raccontare le storie degli agricoltori della Piana di Calise, colpita dall’alluvione, edita da Slow Food Campania e Basilicata, (a favore degli alluvionati c'era inoltre la campagna di beneficenza "saveSannio" organizzata dal club I lupi chapter), la presentazione dei lavori di Liminaria 2015 e l'archivio storico nel Museo degli orologi da torre, aperto al pubblico, con la collaborazione delle guide degli istituti superiori di San Marco, e le mostre nel palazzo di via Rovagnera, come quella fotografica intitolata "Con gli occhi di un bambino".

Grande era poi l'attesa per la presenza del pasticcere di fama internazionale,Luigi Biasetto, che ha deliziato la vista e il palato dei presenti con la preparazione del croquembouche. Il resto del successo di questo primo fine settimana è da attribuirsi all'atmosfera allegra e natalizia degnamente ricreata dal festival dei bimbi e dalle esibizioni del guppo folk "La 'Ncioccarata", dagli artisti di strada che torneranno a definire anche il weekend del l'11, 12 e 13 dicembre.

Fra gli appuntamenti prossimi: "Frammenti di... Nero su Bianco" a cura dell'associazione culturale "Provenza ... Mino" l'11 dicembre, il coderdojo di LiminariaEdu, il concerto dei Cori di Montagna e lo spettacolo "Natale in casa Cupiello" del gruppo teatrale "La maschera", il 12 dicembre, e Isabella Pedicini con la presentazione del suo libro "Ricette umorali. Il bis. Palati in fuga, apericene e altre catasfrofi" il 13.



Articolo di Enogastronomia e tipicità / Commenti