Avellino. Litigano per l'acquisto della droga, denunciati

9:59:47 587 stampa questo articolo

Da una rissa scoppiata tra due giovani, uno dei quali finito in ospedale, le indagini dei carabinieri portano alla scoperta dei motivi della lite: l'acquisto di una pericolosissima droga artificlale, lo "speed". 

I Carabinieri dell’Aliquota Radiomobile della Compagnia di Montella (Avellino), hanno avviato delle indagini a seguito di una rissa tra due giovani, uno dei quali è stato costretto a farsi medicare presso il Pronto Soccorso di Sant’Angelo dei Lombardi. I militari hanno quindi accertato che il ragazzo rivoltosi ai medici del Ospedale “Criscuoli” aveva recentemente assunto “speed”, la micidiale anfetamina che provoca una grave dipendenza fisica e psicologica e che, nei casi più gravi, induce alla malnutrizione estrema fino alla morte.

E proprio per l’acquisto dello stupefacente che aveva avuto origine la lite con un altro “acquirente” il quale lo aveva colpito con calci e pugni procurandogli escoriazioni e tumefazioni alla fronte. Pur non potendo procedere per il reato di percosse, perseguibile a querela di parte, i Carabinieri hanno denunciato in stato di libertà alla Procura della Repubblica di Avellino i due giovani che, essendo destinatari della misura cautelare dell’obbligo di dimora, avevano entrambi violato la prescrizione di rincasare alle ore 20.00 e di permanervi fino alle 7.00.

Nel corso delle indagini è stato inoltre identificato l’uomo che aveva venduto lo stupefacente. Per quest’ultimo, 40enne del posto già noto alla forze dell’ordine è scattata la denuncia all'Autorità Giudiziaria poiché ritenuto responsabile del reato di detenzione di stupefacenti per uso non esclusivamente personale. Il giovane che aveva fatto uso della pericolosissima droga è stato segnalato alla Prefettura di Avellino.



Articolo di Avellino / Commenti