Il Benevento conquista un agognato punto ad Ascoli in netta inferiorità numerica

17:0:49 1624 stampa questo articolo
Stadio Del DucaStadio Del Duca

Il Benevento incontra l'Ascoli, reduce da una cocente sconfitta a Lecce per 7-0. I giallorossi, incece, hanno 43 punti in classifica (11 in più dei padroni di casa) e sono reduci da tre ko consecutivi.

Stadio "Del Duca", 30esima giornata del campionato di Serie B. Bucchi dispone Montipò in porta e la retroguardia formata da Gyamfi, Tuia, Caldirola e Letizia. A centrocampo spazio a Del Pinto, Crisetig e Bandinelli con Viola sulla trequarti alle spalle di Insigne e Coda. Buona affluenza di pubblico al "Del Duca", sono quasi 400 i tifosi giallorossi nel Settore Ospiti Distinti Nord-Est.

Vivarini, usa il suo consueto modulo, speculare a quello dei giallorossi:  4-3-1-2. Lanni ritorna tra i pali, in difesa Laverone, Brosco, Valentini e D'Elia. In cabina di regia Troiano (oggi capitano) coadiuvato da Frattesi e Cavion con l'ex Ciciretti a sostegno delle punte Rosseti e Ardemagni (che torna titolare dopo oltre tre mesi). In tribuna Beretta e Ngombo per problemi fisici. 

La gara ha un inizio equilibrato. Il possesso della palla è prevalentemente dei giallorossi, senza che diano però particolari preoccupazioni ai padroni di casa. Grave ammonizione per Troiano al 13' che riceve il cartellino giallo; già diffidato, salterà la prossima trasferta di Padova. Sono i padroni di casa ad avere la prima occasione; al 18' spunto di Rosseti sulla sinistra, tocco per Ciciretti che calcia subito, deviazione per la palla che va fuori senza fare rete. Ciciretti calcia quindi l'angolo con rabbia, allontana in area piccola Letizia. Cresce il Picchio e al 20' trova il vantaggio: piazzato tagliato di Ciciretti dalla corsia mancina, spizza bene Ardemagni e batte Montiò sul palo più lontano (quinto centro in campionato per il bomber bianconero).

Al 27' si sveglia quindi il Benevento con un destro di Coda dal limite che viene deviato sopra la traversa con il corpo da Brosco. Però al 38' giunge il raddoppio per l'Ascoli, grazie ad una perfetta punizione a giro di Ciciretti dal vertice destro dell'area. I giallorossi faticano a reagire e i padroni di casa  chiudono un ottimo primo tempo.

Bucchi alla  ripresa schiera  Ricci per Crisetig, con Viola che scala nella posizione di regista.  Arriva l'ammonizione anche per Ardemagni (cartellino giallo) dopo un fallo a centrocampo su Caldirola, l'attaccante salterà per squalifica la prossima gara. Al 49' tiro di controbalzo dal vertice dell'area di Coda, ma Lanni para con sicurezza.  L'arbitro, al 57', annulla per una posizione di fuorigioco dell'attaccante bianconero Ardemagni che era andato di nuovo segno, di testa su punizione di Ciciretti ma.

Al 59' Bucchi rinforza l'attacco con Armenteros. Ed Improta sostituisce Letizia, infortunato a seguito di un fallo subito da Ciciretti. Il Benevento reagisce e al 69' accorcia le distanze: lob morbido dalla lunetta di Viola per Coda che in area schiaccia di testa nell'angolino basso (14° centro stagionale per lui). Al 72' Ricci tenta la buona sorte con un tiro dai 30 metri che termina sopra la traversa. Ammonizione pesante pure per Brosco dopo una smanacciata su Armenteros davanti alla panchina di Vivarini (il difensore salterà per squalifica il match di Padova al pari di Ardemagni e Troiano).

All'82' battibecco acceso tra Caldirola e Padella (che si stava riscaldando sulla linea laterale), l'arbitro interviene ed ammonisce entrambi. Al minuto 88 Caldirola stende Ardemagni sulla corsia laterale e l'arbitro Aureliano estrae il secondo cartellino giallo lasciando il Benevento in 10. Al 90' però i giallorossi conquistano un calcio di rigore per un  intervento falloso di Laverone su Armenteros. Calcia Viola che spiazza Lanni e va in rete. Al 95', Tuia già ammonito commette fallo su Ardemagni. L'arbitro lo allontana e il Benevento resta in 9.

L'Ascoli si riversa in avanti con confusione e la squadra di Bucchi riesce a portare a casa il punto prezioso in doppia inferiorità numerica.


TABELLINO

ASCOLI (4-3-1-2): Lanni; Laverone, Brosco, Valentini, D'Elia; Cavion, Troiano, Frattesi (75' Casarini); Ciciretti (75' Baldini); Ardemagni, Rosseti 6 (92' Chajia). A disposizione: Milinkovic-Savic, Bacci, Scevola, Quaranta, Rubin, Padella, Andreoni, Iniguez, Coly. Allenatore: Vivarini.

BENEVENTO (4-3-1-2): Montipò; Gyamfi, Tuia, Caldirola, Letizia (63' Improta); Del Pinto, Crisetig (46' Ricci), Bandinelli; Viola; Insigne (59' Armenteros), Coda. A disposizione: Gori, Zagari, Antei, Costa, Maggio, Buonaiuto, Tello, Vokic, Asencio. Allenatore: Bucchi.

Arbitro: Aureliano di Bologna

Reti: 20' Ardemagni, 38' Ciciretti, 69' Coda, 91' rig. Viola

Espulsi: 88' Caldirola, 95' Tuia



Articolo di Serie B / Commenti