Il Benevento si allena all'Imbriani in vista di Cosenza. Spazio al 3-4-1-2?

14:55:10 1689 stampa questo articolo
Allenamento Antistadio ImbrianiAllenamento Antistadio Imbriani

Bucchi prova Billong, Antei e Sparandeo in difesa con Insigne trequartista. In campo si rivedono Tuia e Goddard, Viola a parte e tanti assenti. 

Il Benevento suda e lavora in vista della gara del San Vito – Marulla dove sabato alle 18.00 nella sedicesima giornata del campionato di Serie Bkt affronterà il Cosenza. Tanti i grattacapi per Cristian Bucchi che domenica sera, al termine del match contro il Verona(quinta sconfitta, terza tra le mura amiche), ha avuto un lungo faccia a faccia con il patron Oreste Vigorito ed il DS Foggia.

L’avvio non entusiasmante ed i tanti fischi piovuti sul “Ciro Vigorito” al triplice fischio, i tanti infortuni, il gioco che fa fatica ad essere espresso, l’atteggiamento che spesso fa commettere errori banali, il rendimento dei singoli sono ingredienti che ai piedi della Dormiente cominciano ad essere mal digeriti e probabilmente altri passi falsi non sarebbero più tollerati. In pratica: tutti sotto esame, dal tecnico allo staff sanitario. Insomma, a Cosenza sarà vietato sbagliare e c’è da recuperare al più presto gli uomini viste poi le tre gare in poco meno di una settimana con Crotone, Padova e Brescia.

Ora, per la trasferta calabrese il tecnico giallorossa dovrà inventarsi anche qualcosa in difesa viste le assenze di Volta e Costa appiedati dal giudice sportivo. Nell’allenamento a porte aperte di questa mattina, sul campo dell'Imbriani si sono rivisti Tuia e Goddard mentre Viola si è allenato a parte mentre erano assenti: Del Pinto, Letizia, Montipò, Bukata, Maggio, Buonaiuto, Bandinelli e Di Chiara.

Per tornare ai “dolori” e all’emergenza difesa, Bucchi si ritrova a disposizione solo i vari Billong, Sparandeo e Antei e potrebbero essere loro gli indiziati principali, ovvero: coloro che potrebbero partire titolari nel 3-4-1-2 pensato dal trainer giallorosso e che manda in archivio il 3-5-2 delle ultime uscite che per carità: ha dato equilibrio ma tolto tanto, tantissimo in fase di impostazione. Infatti, oltre a Puggioni tra i pali e alla difesa a tre sono stati provati Improta e Cuccurullo sugli esterni con Nocerino e Tello in mediana. Ad Insigne il compito da trequartista alle spalle di Coda e Asencio. 

Il Cosenza arriva dalla pesante sconfitta subita contro lo Spezia. Cosenza che resta fuori dalla zona rossa e che nelle due uscite precedenti aveva battutto Padova e Crotone. Braglia ha, dunque, tanto da lavorare sia in fase offensiva (pochi i goal fatti) che difensiva (terza peggior difesa del torneo) e c'è un'equilibro da trovare presto. Insomma, i "lupi", contro il Benevento andranno alla ricerca del riscatto davanti al proprio pubblico e cercheranno di avanzare in classifica. Propio nella sfida contro i sanniti avrà anche qualche dubbio da sciogliere, dubbi legati all'utilizzo di Baez che ieri non si è allenato anche se dovrebbr prendere parte alla contesa. 

M. P.



Articolo di Serie B / Commenti