Dalla Slovenia alla Tanzania per realizzare un sogno

17:23:8 9770 stampa questo articolo
Vita da ReporterVita da Reporter

Questa settimana vi “parlerò” con le mie foto e i mie video di Barbara, una persona speciale che ha lasciato la sua terra, la Slovenia, da 40 ann e oggi gestisce l’ Ol Mesera Tented Camp in Tanzania. Insieme a lei conosceremo Mr. Simbiri Nyamshanga, village Chairman di Selela village e responsabile della costruzione della scuola Ndinyika. Il progetto prevede due classi, due uffici, bagni e struttura per l’insegnante.

L’idea degli abitanti del villaggio di Selela è quella di costruire una scuola al centro della comunità per accorciare le distanze. “Tutte le mattine alcuni bambini devono camminare 7 chilometri per arrivare a scuola e sette per tornare a casa – ci spiega Mr. Simbiri Nyamshanga - abbiamo quindi deciso di costruire una scuola al centro della comunità. Ogni classe conterrà 45 bambini. La gente è davvero molto grata per il contributo dei turisti alla loro comunità”.

Lasciamo la strada sterrata, saliamo su una collina senza sentieri, c’è solo prato e poi … eccola, in una vallata la scuola in costruzione. 

Siamo in terra masai …

Incontriamo Simbiri, Village Chairman di Selela …

Il progetto consiste nel costruire due classi, un ufficio, l’edificio dell’insegnate e due bagni. Ad oggi la struttura principale della scuola, degli uffici, e dei bagni è quasi completata. Per poter proseguire con i lavori si attendono altre donazioni: è l’unico modo per poter concludere la costruzione.

Arrivano alcuni bambini e ragazzi che frequenteranno la scuola …


… li avviciniamo. Tutti insieme si mettono a danzare, è la danza masai. Poi c’è chi torna a fare niente e chi, piccolissimo, torna al lavoro: è venuto fin qui pascolando la sua mandria di mucche.

Clicca QUI per guardare il video.

Domenico Pacifico



Articolo di Vita da Reporter / Commenti