La Guida agli Extravergini 2024: 24 anni di storie, territori e oli d'eccellenza

11:35:54 1981 stampa questo articolo
OlioOlio

24 anni di storie, sapori e territori per orientarsi tra le eccellenze dell'olio extravergine.

Nonostante un'annata difficile segnata da siccità e cambiamenti climatici, la Guida agli Extravergini 2024 di Slow Food torna puntuale per il suo 24esimo anno, confermandosi come strumento prezioso per gli appassionati di olio e per i produttori che lavorano con dedizione per offrire un prodotto di eccellenza.

Un lavoro corale per delebrare l'Olio d'Italia

Frutto del lavoro di 125 collaboratori dislocati in tutta Italia, la Guida recensisce 686 aziende e 1071 oli extravergini di qualità, raccontando le storie e le sfide di chi opera con passione nel settore olivicolo.

L'edizione 2024 pone l'accento sulle difficoltà che il settore deve affrontare, tra cui la siccità, i costi di produzione elevati e la concorrenza sleale. Nonostante queste sfide, la Guida sottolinea l'importanza di un'olivicoltura sostenibile che rispetti l'ambiente e valorizzi la biodiversità.

La Guida offre una panoramica sugli eroi dell'olivicoltura italiana, quei piccoli produttori che, con tenacia e dedizione, continuano a produrre olio di altissima qualità nonostante le avversità.

Tra le novità di quest'anno, l'esordio del Piemonte e l'apertura verso le zone del Canton Ticino e della Slovenia, a testimonianza di un panorama olivicolo italiano in continua evoluzione.

La Guida agli Extravergini 2024 non è solo un elenco di oli, ma un invito a scoprire i territori, le storie e la passione dei produttori. Un modo per sostenere l'olivicoltura italiana di qualità e per tutelare un patrimonio prezioso del nostro Paese.

La presentazione ufficiale della Guida avrà luogo il 20 aprile al Museo Maxxi di Roma. Oltre alle 1071 eccellenze già menzionate, la Guida riserva due sorprese: una selezione di oli provenienti dal Piemonte e una panoramica sulla produzione di olio in Canton Ticino e Slovenia.

La Guida agli Extravergini 2024 si conferma un punto di riferimento imprescindibile per gli amanti dell'olio e per tutti coloro che vogliono conoscere e sostenere l'olivicoltura italiana di qualità. Un'edizione da non perdere, ricca di informazioni, storie e spunti di riflessione per un futuro migliore per l'olio italiano.



Articolo di Agricoltura / Commenti