Assistenza domiciliare malati leucemia, comune San Nicola Manfredi dona assegno ad Ail

10:40:51 3595 stampa questo articolo
Consegna assegno AilConsegna assegno Ail

Un assegno di 815 euro che sarà utilizzato per il servizio di assistenza domiciliare alle persone affette da leucemia.

L’amministrazione comunale di San Nicola Manfredi ha consegnato ieri al presidente della sezione Ail di Benevento, Salvatore Mottola, l’assegno da 815 euro che servirà per l’assistenza domiciliare alle persone affette da leucemia.  Nella sala consiliare del Comune, il sindaco Fernando Errico e l’assessore alla cultura, Giovanna Coviello hanno donato la somma raccolta nell’ambito della manifestazione “Teatro Vagando” svoltasi lo scorso 31 agosto a Santa Maria a Toro.

“Ringraziamo tutti i cittadini sannicolesi che hanno supportato con la loro solidarietà questa iniziativa – ha dichiarato l’assessore Coviello. Continueremo a sostenere l’Ail nelle loro manifestazioni, come abbiamo sempre fatto – ha aggiunto. Infatti molti dei nostri concittadini ci hanno già espresso la volontà di partecipare alla organizzazione della vendita delle Stelle di Natale che, come ogni anno, l’Ail realizza sul territorio sannita”.“Da tempo la nostra associazione - ha spiegato il presidente Mottola – grazie all’aiuto di tantissimi volontari promuove lo sviluppo e la realizzazione di progetti di assistenza domiciliare per i pazienti colpiti da queste gravi malattie. Attraverso una convenzione con l’ospedale “Rummo” di Benevento, l’Ail mette a disposizione un’equipe di infermieri e medici presso il domicilio dei malati, evitando loro l’aggravio di recarsi presso la struttura ospedaliera”.

“Questo è un servizio particolarmente importante – ha aggiunto il sindaco di San Nicola Manfredi Fernando Errico – sottolineando come ad oggi il sistema sanitario risulta ancora carente nell’attivazione di interventi di hospice per coloro che sono affetti da gravi patologie oncologiche. Ci auguriamo – ha aggiunto - che, come è stato annunciato, questa attività di supporto e sollievo per i pazienti possa partire già dal prossimo anno”.



Articolo di Dai Comuni / Commenti