Puglianello: Pacelli sfida Rubano per il dopo Bartone. Urbano abbandona la maggioranza

18:35:4 3699 stampa questo articolo
Comune PuglianelloComune Puglianello

Domani un incontro per ufficializzare la candidatura ed il simbolo della lista di opposizione a Rubano. 

Nei giorni scorsi il Ministero dell’Interno ha provveduto ad inviare l’atto di scioglimento del Consiglio Comunale di Puglianello retto, ad oggi, dopo la dipartita del sindaco Tonino Bartone, dal suo vice Francesco Maria Rubano. Nel centro telesino, si tornerà al voto in primavera con Rubano che ha già ufficializzato squadra e candidatura.

Il primo cittadino, facente funzioni, potrà contare sul sostegno dei consiglieri uscenti Antonio Viscusi, Giuseppe Marotta, Teresa Amantea e Antonello De Lucia. Eccezion fatta per Sebastiano Pucella che si è tirato fuori dalla contesa elettorale ma darà comunque l’appoggio esterno. A loro, vanno aggiunti due nomi: Giuseppe Bartone, figlio dell’ex sindaco e quello di Raffaella Iannotti, già in passato vicina alla compagine.

Intanto, la maggioranza perde pezzi. Anche perché Marino Urbano ha annunciato il suo addio. "La mia storia politica – scrive – è iniziata con il compianto sindaco Tonino Bartone che mi aveva prospettato, lusingandomi, un’ipotesi di candidatura al suo fianco. Ho accettato e condiviso quel progetto perché ho sempre vissuto pienamente e senza difficoltà la vita sociale della mia comunità. L’aggregazione, lo spirito di appartenenza, l’aiutare le persone in difficoltà sono valori che mi appartengono, valori che ho rafforzato nel tempo, valori che porterò avanti sempre senza secondi fini. Purtroppo, con rammarico, ho constatato che dopo la scomparsa del sindaco, l’orizzonte politico che ci aveva uniti è cambiato, sono mutate le gerarchie e serenamente posso dire che in questo nuovo quadro non mi ci ritrovo. Vorrei precisare inoltre che la mia fuoriuscita è figlia anche delle dichiarazioni rilasciate da Francesco Rubano nell’annunciare la sua candidatura a sindaco, nelle quali, non ha mai citato il sottoscritto. Ricordo che fino al suo annuncio non sono mai stato interpellato per discutere del futuro amministrativo del paese”.

Secondo Urbano: “Il clima che stiamo vivendo a Puglianello non è dei migliori e mi chiedo, allora, se vogliamo ritornare indietro o gettare le basi per una società migliore. Pettegolezzi, asti, dissapori, cattiverie che si respirano quotidianamente sono di una desolazione disarmante. Mettiamoli da parte e cerchiamo di vivere con serenità. Se vogliamo crescere andiamo oltre questi futili aspetti, rimbocchiamoci le maniche e lavoriamo sodo, ma soprattutto cerchiamo di farlo con professionalità e correttezza. Questo credo sia il senso per dare una connotazione positiva e leale a qualsiasi aspetto della vita, anche politica, senza impegolarsi in giochi di potere che distorcono la realtà e annientano la libertà e la giustizia sociale. Con serenità, lealtà e trasparenza mi dissocio pubblicamente da questa linea politica, onorando però il mio impegno assunto con gli elettori nella scorsa tornata elettorale. La voglia, la determinazione e la passione non mi mancano per battermi nei valori e nei principi in cui credo”.

Urbano, potrebbe dunque ritrovarsi nel gruppo che in queste ore sta nascendo – un incontro è previsto domani sera in un noto ristorante del centro per l’ufficializzazione del simbolo– e che potrebbe vedere la candidatura a sindaco di Antonello Pacelli. A dargli manforte, potrebbero esserci anche storici esponenti dell’opposizione locale. Nessuna lista è stata già compilata ed i nomi, potrebbero cominciare ad uscire già domani.



Articolo di Dai Comuni / Commenti